TRADIZIONI. La Cuccìa di Santa Lucia

0
634

CUCCIALa dolceria siciliana è da sempre il settore di eccellenza della gastronomia isolana, dove, si uniscono la fantasia soggettiva alla tradizione ancora oggi viva, frutto delle dominazioni subite dall’isola.

Le ricette dei dolci siciliani preparati per le feste contribuiscono, con il loro sfarzo e i loro ingredienti base come il pistacchio, la mandorla e lo zucchero, ad accentuare il clima eccezionale della festa alla quale il dolce stesso è collegato. Un ulteriore dettaglio che contribuisce ad accentuare il distacco dalla quotidianità. Un dolce – dunque – che inaugura le festività natalizie è la “Cuccìa” di Santa Lucia. Pietanza preparata per il 13 dicembre, il giorno della festa patronale.

Ingredienti

500gr di frumento tenero

50 gr di ricotta fresca

300gr di zucchero

100gr di cioccolata fondente

½ di vaniglia

Un pizzico di sale

Procedimento

Un importante accorgimento iniziale, il frumento va messo a bagno tre giorni prima della preparazione del dolce. Inoltre, occorre cambiare l’acqua spessissimo. Il giorno prima della preparazione, scolate il frumento e mettetelo in abbondante acqua leggermente salata e cuocetelo a fuoco lento per sei/otto ore e lasciatelo riposare nello stesso tegame per un’intera notte.

Il giorno seguente scolate il frumento e mettetelo in una terrina. Intanto cuocete a fuoco moderato, portando a lieve bollore, la ricotta con lo zucchero e fatelo raffreddare. A quel punto aggiungete la cioccolata a pezzetti e la vaniglia. Otterrete una crema di ricotta che aggiungerete al frumento ed ecco…la vostra Cuccìa.

Maria Rosaria Mandiello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here