Per fronteggiare la crisi: web ed acquisti collettivi. La proposta di “Agrimercato”

0
349

Fornire risposte utili alle nuove esigenze e tendenze del consumo e contribuire a coniugare nella maniera ottimale gli interessi di cittadini e imprese per il suo rilancio.

Questo l’intento dell’associazione Agrimercato dei produttori agricoli promossa dalla Coldiretti che con il finanziamento della Camera di Commercio di Napoli ha organizzato un servizio di ordini via internet e  forniture con  consegna a domicilio di prodotti agroalimentari per gruppi  d’acquisto collettivo nella città e nella provincia di Napoli.

L’iniziativa, specificamente orientata verso le nuove forme di consumo organizzato, fortemente in espansione anche per il particolare periodo di crisi, consente di poter cogliere l’opportunità della convenienza, della genuinità e della qualità delle produzioni locali acquistate direttamente dagli agricoltori nel segno del risparmio, di redditi certi per le imprese e del rilancio dei consumi.

Ridotto potere d’acquisto con portafogli vuoti e pianificazione della spesa di cibo già alla seconda settimana evidenziata da  una ricerca di Gfk Euriscko. Deciso interesse, rilevato da una indagine Swg verso i prodotti agroalimentari locali che subiscono minori elaborazioni e offrono maggiori garanzie di freschezza e genuinità, contro il rischio delle frodi. Poca disponibilità, a causa del lavoro o della ridotta capacità di movimento, per compare quanto necessario.

Sono i termini del disagio che vede interessati i due terzi dei cittadini che tendono sempre più  ad associarsi per il soddisfacimento del loro fabbisogno alimentare e che ora potranno trovare,  con particolare riferimento all’incalzare della crisi, una soluzione ai loro problemi nel segno della filiera breve dal campo alla tavola.

Collegandosi al sito www.coldirettinapoli.it è possibile acquistare prodotti sicuri e sani del territorio a prezzi inferiori del 30 per cento, prenotando il lunedì la propria spesa alimentare che sarà recapitata il giovedi nei luoghi richiesti.

Ampia la gamma di prodotti dall’ortofrutta di stagione, ai formaggi e ai salumi, al miele alle conserve, ai vini e all’olio locali offerti con garanzie di qualità e genuinità e convenienza da circa 30 aziende selezionate in cesti di due tipologie, di 15 e 20 euro, dimensionate sul bisogno settimanale di una famiglia media.

L’attività avviata si inquadro nel progetto Coldiretti per la realizzazione di “una filiera agricola tutta italiana”: un’iniziativa volta a valorizzare i prodotti tipici, generando lavoro e reddito per le aziende agricole del territorio e garantendo qualità alimentare ai consumatori al giusto prezzo – evidenzia il presidente dell’associazione Agrimercato, Pasquale Imperato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here