THE STREAMERSFORTE DEI MARMI (LU). Manca poco all’evento che coniuga arte e gastronomia all’Hotel Byron di Forte dei Marmi, che si terrà sabato 14 giugno alle ore 19, quando sarà inaugurato il progetto “The Streamers, Stelle e filamenti verso l’infinito”, nato da un’idea di Salvatore Madonna, patron dell’Hotel, collezionista d’arte, e Susanna Orlando, gallerista.

Salvatore Madonna, affascinato dalle opere dell’artista visivo Davide Nido (nato a Milano nel 1966), presenti in Galleria, dai suoi cerchi concentrici, ha brillantemente immaginato che questi ultimi potessero esser reinterpretati in un piatto, grazie all’estro creativo dello chef stellato Andrea Mattei nel Ristorante La Magnolia, rendendoli opere da mangiare.

Il giovane chef, famoso per la sua cucina raffinata e stimolante, a tal proposito creerà dolci anelli modulari commestibili, riproducendo le colle e le resine che l’artista usa nelle sue installazioni, simili a modelli circolari carichi di colore protesi verso l’infinito, quasi una sorta di costellazioni.

La produzione attuale di Nido propone infatti fitte trame, grandi reticolati, labirinti di plastica, simili a microstrutture cellulari, creando un gioco d’incastri con l’utilizzo della colla a caldo sulla tela. Durante il cocktail Andrea Mattei proporrà perciò frammenti o piccole miniature dell’opera in questione.
Il dolce dello chef Mattei sarà poi inserito nel menù ufficiale dell’Hotel Byron e prenderà il nome di “Tela Rossa”, come l’opera di Nido. Su un biscotto di carote e mandorle, mediante un gioco di consistenze, verrà adagiata una spuma di lamponi, i dischi saranno di frutta e verdure, come la rapa bianca, la barbabietola, le patate viola. Il filo di rame presente nell’opera di Nido, sarà di cioccolato fondente con una polvere alimentare dello stesso metallo.

andrea mattei
Dal 14 giugno al 2 di Luglio verranno esposte presso l’Hotel tre opere di Davide Nido attinenti al progetto. Per l’occasione verrà presentato il video di Nicola Gnesi che testimonierà il congiungimento dei due mondi. I due mondi quello dell’arte e quello della gastronomia all’interno dell’evento si fonderanno, gli ospiti immagineranno per un istante di catapultarsi nell’opera, attraverso le sensazioni e il gusto che le pietanze-opere, ispirate all’arte contemporanea, trasmetteranno ai sensi.

Spesso nella storia dell’arte, i grandi artisti del passato si sono cimentati a riprodurre scene gastronomiche o nature morte con cibi nelle proprie tele. Non è sempre facile unire i due mondi, ma in questo caso l’abilità e la creatività della Gallerista Susanna Orlando, hanno dato vita al progetto, grazie anche alla collaborazione della Galleria Bonelli di Milano. Un evento particolare e adatto ad un pubblico di estimatori e golosi, da non perdere il prossimo weekend, nella meravigliosa cornice della Riviera Versiliese.

Annamaria Parlato

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here