Le lenticchie sono uno dei legumi più antichi, portati in tavola da sempre. La loro versatilità, povertà di grassi e i nutrienti le rendono prezioso per un menù quotidiano salutare.

Le lenticchie nella storia

Si trovano testimonianze della presenza delle lenticchie nella Genesi, ma anche nell’antico Egitto questo piccolo legume trova largo spazio.
Non si è sottratto al racconto dell’importanza delle lenticchie nemmeno Plinio Il Vecchio, nella sua opera Naturalis Historia le cita come alimento dal grande valore nutritivo e capace di infondere tranquillità nell’animo.

Legume simbolo di fortuna

Sin dal Rinascimento si è diffusa questa convinzione che le lenticchie fossero simbolo di fortuna. Oggi è consuetudine introdurle nel menù di fine anno, proprio per buon augurio.
Merito della loro forma tondeggiante o della loro similitudine alle monte, non è dato saperlo, ma è pur vero che un buon sacchetto di lenticchie di certo rappresentava la disponibilità di pasti corroboranti.

La coltivazione delle lenticchie

Anche le notizie sulla coltivazione delle lenticchie ne sottolineano la versatilità. Diffusa in tutto il mondo, spesso riempie appezzamenti difficili e di montagna. In effetti, la lenticchia si adatta bene a zone semiaride e a terreni poco fertili.
L’area di maggiore diffusione è quella dell’Italia centro meridionale e dei Paesi orientali.

Quante tipologie?

Che siano verdi, rosse, nere, marroni oppure decorticate, le lenticchie sono sempre una buona idea.

La ricca biodiversità sul tema consente di poter tracciare una sorta di geografia della lenticchia, anche guardando solo all’Italia.

Particolarmente amate sono:

  • le lenticchie di Altamura
  • le lenticchie di Colfiorito
  • le lenticchie di Castelluccio di Norcia
  • le lenticchie di Villalba
  • le lenticchie di Mormanno

I valori nutrizionali delle lenticchie

Le lenticchie sono una preziosa fonte di ferro, ne contengono ben 8 grammi per 100 grammi di alimento crudo, magnesio e potassio.

L’elevata presenza di fibre rende questi legumi utili a ridurre il livello di colesterolo nel sangue e a combattere la stitichezza.

Le lenticchie hanno anche un buon contenuto proteico, 22 grammi in 100 grammi di alimento.

Per favorire l’assorbimento del ferro in esse contenuto, è un’ottima soluzione mangiare un alimento ricco di vitamina C durante lo stesso pasto o nelle ore vicine, ad esempio un’insalata con rucola o broccoletti e succo di limone oppure un kiwi o un mandarino.

Le ricette con le lenticchie

Rosmarinonews.it – In cucina con la nutrizionista. Il ragout di lenticchie

Rosmarinonews.it – PIATTI UNICI. Sorgotto alla zucca con lenticchie rosse e timo

Rosmarinonews.it – Menù da barbecue. Cotechino affumicato, purea di patate e lenticchie in due consistenze

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here