In cucina con la nutrizionista. Il ragout di lenticchie

0
126

La domenica ha in genere il profumo del ragout di carne; talvolta però possiamo anche scostarci dagli schemi e provare nuove combinazioni in cucina.

Un esempio a tal proposito potrebbe essere il ragout di lenticchie, una ricetta vegana molto saporita che piacerà sicuramente a tutti.
Inoltre le lenticchie sono una preziosa fonte di ferro (ben 8g per 100g di alimento crudo), magnesio e potassio.

L’elevata presenza di fibre rende questi legumi utili a ridurre il livello di colesterolo nel sangue e a combattere la stitichezza.

Le lenticchie hanno anche un buon contenuto proteico, 22g in 100g di alimento. Per favorire l’assorbimento del ferro in esse contenuto, è un’ottima soluzione mangiare un alimento ricco di vitamina C durante lo stesso pasto o nelle ore vicine, ad esempio un’insalata con rucola o broccoletti e succo di limone oppure un kiwi o un mandarino.

Per 2 persone:
• Paccheri rigati 160 g
• Trito di cipolla bianca, sedano e carote (50 g in totale)
• 80 g di lenticchie medio-piccole
• 400 ml di passata di pomodoro
• 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
• Sale q.b.
• Erbe aromatiche a piacere (ottimi il rosmarino, l’alloro, la salvia)

Procedimento
Lessare le lenticchie in una pentola con dell’acqua leggermente salata. Scolarle.
Far rosolare cipolla, sedano e carote ben sminuzzati in un tegame con l’olio e.v.o. per una decina di minuti. Aggiungere le lenticchie e farle insaporire per altri dieci minuti.

Dopo di che versare la passata di pomodoro e far cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti, aggiungendo a metà cottura le erbe aromatiche che si preferiscono.
Al termine della cottura aggiustare di sale e frullare una parte del ragout.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e, una volta scolata, unirla al condimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here