Si è conclusa con successo venerdì scorso l’VIII edizione di HoReCoast, la prima fiera evento nel sud Italia dedicata al mondo Ho.Re.Ca.

Tornata in presenza dopo due anni dall’ultima esperienza vissuta dal vivo e quella dello scorso anno svoltasi in versione digitale, la community dell’Ho.Re.Ca. si è ritrovata mercoledì 16 e giovedì 17 marzo all’Hotel Ariston di Paestum (SA) nella sua formula classica di fiera evento, mentre venerdì 18 marzo ha richiamato nella Sala Teatro dell’Ariston ben 677 studenti delle classi V degli Istituti Alberghieri della Campania che si sono confrontati con i professionisti delle diverse categorie dell’Ho.Re.Ca. durante l’incontro “HoReCoast Student”.

La ripartenza post Covid è stato uno dei temi affrontati dell’edizione 2022 di HoReCoast, impreziosita dalle straordinarie partecipazioni dello chef e maître Chocolatier Ernst Knam (che ha tagliato il nastro di questa ottava edizione), dello chef due stelle Michelin Gennaro Esposito e del maestro pasticcere, nonché presidente dell’Accademia Maestri Pasticceri Italiani, Sal De Riso.

Ognuno di loro, raccontando le tappe che hanno caratterizzato il proprio percorso professionale fatto non solo di successi, ma anche e soprattutto di sacrifici e rinunce, ha sottolineato l’importanza dell’amore per il lavoro e della formazione continua come leva per diventare “professionisti di eccellenza”.

Dalla ripartenza post Covid è derivato il concept dell’edizione 2022 di HoReCoast: “Esperienza a 5 sensi”. Olfatto, vista, tatto, udito e gusto: i 5 sensi che, ognuno per la propria parte, danno il senso pieno della vita.

In HoReCoast la commistione dei 5 sensi è stata fortissima. L’olfatto come senso dell’immaginazione, che riporta al ricordo. La vista che ci da il senso della realtà, di quello che percepiamo e che stiamo vivendo in quanto “è ora”. Il tatto come senso dell’essenza, che ci permette di fare, di toccare, di agire e di mettere le mani in pasta. L’udito come capacità di ascoltare e quindi di comprendere, ma anche come silenzio per accogliere e fare nostro ciò che l’altro dice. Il gusto come senso che ci fa assaporare la vita permettendoci di gustarla appieno. Tutti questi sensi, messi insieme, danno il senso pieno della vita, dell’importanza della relazione tra persone e del piacere di stare assieme.

E in HoReCoast, diventata la casa dell’Ho.Re.Ca. dove i professionisti del settore si incontrano e si confrontano, l’“Esperienza a 5 sensi” si è vissuta grazie ai laboratori dedicati alla prima colazione (con Gaetano Barbuto de L’Officina del Breakfast), al mixology (con la partecipazione dell’A.I.B.E.S. che ha visto presente il Presidente nazionale Angelo Donnaloia), alla pasticceria (con il contributo della F.I.P.G.C. capitanata in quel di Paestum dal campione mondiale Matteo Cutolo), alla panificazione (con la partecipazione dei panificatori di Confartigianato Salerno), alla cucina (con gli chef dell’Unione Regionali Cuochi Campania e della Federazione Italiana Cuochi rappresentata, tra gli altri, da Alessandro Circiello, Media Pubblic Affairs FIC), alla pizza (con Scuola Italiana Pizzaioli, Pizza Style School, Movimento Pizzaioli Italiani e Dolce & Salato) e grazie anche alle presentazioni di prodotti food, di innovative attrezzature per la ristorazione e di servizi affini all’accoglienza da parte delle oltre 170 aziende presenti in fiera, nonché degli importanti convegni svoltisi il 16 e 17 marzo.

HoReCoast per il sociale
Altra importante tematica toccata in HoReCoast 2022 è stata quella relativa all’integrazione dei ragazzi con disabilità nel mondo del lavoro, e nello specifico, con le professioni Ho.Re.Ca.

Di terzo settore, agroalimentare, formazione e inserimento di persone con disabilità nel mondo dell’Ho.Re.Ca. ne ha parlato Luciana Mandarino dello studio Mad Consulting, che raggruppa e fa da capofila ad alcune cooperative sociali come “Al di là dei Sogni”, “La Forza Del Silenzio” e, da ultimo, il progetto “La Brigata del Papa” per l’associazione “A Braccia Aperte”. Grazie a queste associazioni, lo Studio MAD ha fin qui realizzato diversi progetti di ripristino di beni confiscati alla camorra convertiti in centri produttivi in cui i ragazzi con disabilità acquisiscono una dignità lavorativa.

I numeri dell’edizione 2022
Oltre 1500 visitatori registrati, più di 170 aziende espositrici, 16 ore di talk nella Sala Teatro e nel Breakfast Forum, altrettante ore di laboratori, show coking, coking match e competizioni nel Mixology Lab, Accademia Lab, Food Lab, Arte Bianca Lab e Pizza Lab.

Da urlo il riscontro social con 697.959 persone che hanno interagito con i contenuti della pagina Facebook e 194.357 account unici che hanno interagito con i post o con le storie di Instagram. Ed ancora, 677 studenti delle classi V degli Istituti Alberghieri della Campania che hanno affollato (nel pieno rispetto delle normative anti Covid) la Sala Teatro dell’Hotel Ariston di Paestum per il convegno “HoReCoast Student” loro dedicato venerdì 18 marzo.

HoReCoast Student
In questa circostanza, autentica chicca dell’ottava edizione di HoReCoast, i 677 “professionisti del domani” giunti a Paestum dall’intera Campania hanno avuto modo di conoscere le storie dei “professionisti di oggi”, tra cui Sal De Riso (per il mondo della pasticceria), Luigi Vitiello e Fabio Bisanti (per il mondo della ristorazione), Alfredo Folliero e Tiziano De Filippis (per quello della pizza), Gaetano Barbuto (per l’aspetto breakfast e accoglienza), Fabio Pinto (per il mondo del mixology) e Antonio Rotondaro (per la parte gestione sala ristorante) apprendendo da loro consigli e suggerimenti su come affrontare le sfide del domani. Indicazioni dal punto di vista lavorativo vero e proprio, invece, sono state suggerite da Anna Checchero, Direttore Regionale Mestieri Campania.

I concorsi di HoReCoast
A vincere la gara di cucina V edizione “Trofeo HoReCoast” (promossa dall’Unione Regionale Cuochi della Campania, in collaborazione con l’Associazione Cuochi Salernitani e la Federazione Italiana Cuochi) è stato il Team Napoli, rappresentato dallo chef Giorgio Edipio e dall’allievo Francesco De Cristofaro.

“Per essersi maggiormente distinto per impegno professionale e rispetto della tematica” il IV° Premio Speciale “Don Lorenzo Perrino” è stato, invece, conferito al Team Cuochi Stabiesi, mentre il Team Cuochi Vesuvio si è aggiudicato il Trofeo “Chef Giancarlo Erba” per essersi maggiormente distinto nel rispetto totale della tematica “L’uomo è ciò che mangia, mangiare è una necessità, cucinare intelligentemente è un’arte… solo chi ama il cibo non lo spreca…”.

Sempre con l’organizzazione a cura dall’Unione Regionale Cuochi della Campania, in collaborazione la Federazione Italiana Cuochi, per la prima volta in HoReCoast si sono svolti anche altri due importanti momenti di cucina: il “Trofeo miglior professionista Lady Chef”, che ha incoronato vincitrice la chef Luana Bernardette Marino, e il “Trofeo Miglior Allievo Istituti Alberghieri della Campania”, vinto da Silvia Maria Antonelli, che accederà così alla Fase Nazionale andando a sfidare i colleghi provenienti dalle altre regioni d’Italia.

A cura dell’A.I.B.E.S. (Associazione Italiana Barmen e Sostenitori) sono stati, invece, il 45° Concorso regionale vinto da Raffaele Pinto, e la finalissima nazionale della X edizione di “Barmen in Passerella” che ha visto Antonino Coppola (campano doc) salire sul gradino più alto del podio.

Francesca Caruccio è stata, invece, la vincitrice della VII edizone dell’“A.M.I.R.A. Flambè Tour”, organizzato dall’A.M.I.R.A. Paestum, la cui partecipazione in HoReCoast è stata un’altra novità di questa ottava edizione.

Quanto al “Trofeo HoReCoast Pizza di Qualità”, che ha goduto della direzione di Mario Folliero (Direttore Generale) e di Alfredo Folliero (Presidente Dr. Cavaliere), come Super Campione è stato proclamato Gianluca Rea, mentre i vincitori delle sei categorie in gara sono stati: per la “Pizza in Teglia” Antonio Trivento, “Pizza Senza Glutine” Alessandro Di Mauro, “Pizza Innovativa” Matteo Orilia, “Pizza Classica” Antonio Sbarra, “Pizza a 4 Mani” Luca Rallo e Salvatore Cito, “Pizza in Pala” Federico Iacoangeli.

Promossa e organizzata dal Consorzio HoReCoast (formato dalle aziende Lamberti Food, De Luca e MTN Company) l’VIII edizione di HoReCoast ha goduto del patrocinio morale di: Consiglio Regionale della Campania, Comune di Capaccio Paestum, Parco Archeologico di Paestum & Velia, Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Confindustria Salerno, Camera di Commercio di Salerno, Confartigianato Salerno, Confagricoltura Salerno, Confesercenti Provinciale di Salerno, Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Salerno, Unione Regionale Cuochi della Campania, Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria, AIS Campania – Cilento e Vallo di Diano, A.I.B.E.S. Campania e A.M.I.R.A. Paestum.

Main sponsor Gruppo Noviello.

Media partner: Food Service, Sala & Cucina, Campania Like, RCS75, Rosmarinonews.it, La Gazzetta del Gusto, Horecanews.it, Horeca TV, Il Fuoricasa, Il Vescovado, Il Portico e Positano Notizie.

Print partner: CGM Industria Poligrafica, Imballi Diano e FG Industria Grafica.

Le oltre 170 aziende espositrici sono consultabili da qui https://www.horecoast.it/aziende/.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here