Le segnalazioni della Guida agli extravergini per Puglia e Calabria

0
275

Per la decima edizione della Guida agli Extravergini 2010, oltre cento esperti Slow Food hanno setacciato la penisola alla ricerca delle eccellenze della produzione mediterranea più caratteristica. Hanno assaggiato e valutato circa duemila oli per poi descriverne 984 in guida, per un totale di 706 aziende selezionate.

Ecco i risultati per le regioni Puglia e Calabria:

Anche la Puglia ha sofferto dei capricci del tempo e ha registrato un calo produttivo del 10-15% rispetto allo scorso anno. Sono tre gli oli che hanno ricevuto le Tre Olive:

– Olio Extravergine di Oliva Intini Affiorato Antico Frantoio Oleario Intini Pietro, Alberobello (BA)

– Olio Extravergine di Oliva Dop Terra di Bari Castel del Monte Uliveti Barbera, Uliveti Barbera a Trani (BA)

– Olio Extravergine di Oliva Vetrere da Agricoltura Biologica Vetrere, Taranto

In Calabria sono due le produzioni che raggiungono il vertice:

– Olio Extravergine di Oliva Dop Bruzio Valle Crati Le Conche da Agricoltura Biologica Le Conche, Bisignano (CS)

– Olio Extravergine di Oliva da Agricoltura Biologica Figoli, Corigliano di Calabria (CS)

Le condizioni climatiche avverse e i danni della mosca olearia hanno condizionato fortemente l’andamento produttivo, con una perdita di circa il 40% del prodotto. Ma se dal punto di vista quantitativo non è andata bene, non ci si può affatto lamentare della qualità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here