VITIGNO&TERROIR. A Palazzo Calvanese – nel fine settimana – spazio agli autoctoni

0
361

VITIGNO&TERROIRCASTEL SAN GIORGIO (SA). Dopo un’assenza durata quasi 2 anni, torna finalmente l’evento che lascia ai vitigni la libertà di rubare la scena agli uomini per rendersi disponibili a raccontarsi nel modo più espressivo e compiuto: attraverso le zone di produzione principali ed i terroir più vocati!
La ricchezza e l’unicità della celebre “Campania Felix” si esprime nella straordinaria varietà ampelografica di vitigni che, da oltre 3000 anni, colloca questa regione fra le eccellenze produttive nazionali.
Non solo grande varietà ma anche intrinseca qualità ed enorme potenzialità che i principali vitigni campani hanno ancora da esprimere: vitigni che hanno una diffusione su tutto il territorio regionale e che, data la molteplicità della tipologia di terreni, si esprimono ogni volta con peculiari caratteristiche e tipicità uniche.
E sono proprio queste differenze, sottili o macroscopiche che siano, che intendiamo scovare e mettere in luce con la manifestazione Vitigno & Terroir, iniziativa organizzata dalla delegazione A.I.S. di Salerno, in collaborazione con L’Associazione “Amici di Villa Calvanese”.
Finalmente vede la luce la sua quarta edizione, che lascia il centro di Salerno per approfittare degli straordinari spazi del “Palazzo Calvanese”, gentilmente messi a disposizione dall’omonima ed attiva Associazione, che ne spinge e promuove la rivalutazione.
Quest’anno la manifestazione rinnova la formula estesa su 2 giorni, e precisamente il fine settimana del 2 e 3 marzo 2013, per l’appunto nel “Palazzo Calvanese” sito nella Frazione Lanzara.

I principali vitigni campani, Aglianico, Piedirosso, Fiano, Greco, Falanghina e Coda di Volpe, presi a campione fra i territori delle 5 province e messi a confronto diretto, su banchi di assaggio monovitigno.

Ogni vitigno avrà il proprio spazio mescita, affiancato da uno spazio didattico dove sommelier professionisti saranno a disposizione di chiunque voglia approfondire le tematiche degli assaggi e le differenti peculiarità dei vari prodotti.
Una occasione unica ed irripetibile quindi per approfondire la conoscenza di tutti i territori regionali, delle nostre grandi eccellenze vitivinicole, e di come questi due elementi si influenzino a vicenda: passione e rispetto per la propria terra, approfondimento ed analisi ma anche piacere e convivialità…
E ancora, ogni giorno si terranno 2 laboratori accessibili solo su prenotazione, in cui si potranno fare approfondite esperienze di degustazione nonché di abbinamento cibo/vino, coadiuvati dallo Chef Gaetano Morese.
A completare ed impreziosire l’evento ci saranno una serie di incontri, chiamati “I Volti del Vino” accessibili su prenotazione ad un numero limitato di persone, in cui ci si potrà confrontare in maniera diretta con i produttori: un limitato numero di persone, riunite attorno ad un tavolo, insieme al produttore sposteranno le tematiche del vino a livello più personale, permettendo di approfondire l’identità, le problematiche e la filosofia di produzione.

Non mancherà la possibilità di accedere alla gastronomia curata dallo chef Gaetano Morese ed apprezzare “una cucina di territorio frizzante con piccole rivisitazioni personali, con un grande rispetto della tradizione che interpreta in chiave moderna, ma rispettando al massimo il prodotto iniziale”.

Programma della Manifestazione
Sabato 2 e domenica 3 marzo 2013

Degustazioni dalle ore 17.00 alle 23.30
“I Volti del Vino” dalle 18.30 (obbligatoria la prenotazione)
“Il Taurasi” laboratorio a cura dell’enologo Vincenzo Mercurio: degustazione dei campioni provenienti dalle varie macrozone di produzione
sabato 2 marzo alle ore 19.00 (obbligatoria la prenotazione)
“Il Fiano” laboratorio a cura dell’enologo Gennaro Reale: degustazione di 5 campioni di fiano provenienti da tutto il territorio campano e prodotti tutti dalla “stessa mano”
domenica 3 marzo alle ore 19.00 (obbligatoria la prenotazione)
Abbinamento cibo_vino
Laboratorio a cura di sommelier AIS delegazione Salerno con piatti preparati dallo chef Gaetano Morese: Terrina di anatra ai pistacchi, insalatina di germogli e riduzione di soia e arancia_Pacchero fritto ripieno con braciola e condito con il suo ragù_Polpettina di brasato di bufalo su crema di piselli
2 e 3 marzo alle ore 20.30 (obbligatoria la prenotazione)

Per gli spettacoli di danza, a cura del centro danza Tersicore di Antonella Costabile, gli orari delle esibizioni sono i seguenti:
1)MAZURKA di L. Delibes ora 19:30 (Atrio centrale)
2)POLKA di J. Strauss ore 20:00 (sala teatro e zona food)
3)CZARDAS di L. Delibes ore 21:00 (sala teatro e zona food)
4)TRITSCH TRATSCH POLCA di J. Strauss 21:00 (sala teatro e zona food)
5) TARANTELLA di G. Rossini. 21:30 (sala teatro e zona food)

Condizioni d’ingresso:
Ingresso + tracolla e bicchiere + 5 degustazioni vino: 10,00 €
Ingresso: 3,00 €
5 degustazioni aggiuntive: 5,00 €
Costo dei laboratori: 3,00 €
Per info e prenotazioni scrivere a info@amicivillacalvanese.it o sommeliersalerno@tiscali.it
I laboratori i “Volti del Vino” sono gratuiti.
Per i laboratori occorre obbligatoriamente indicare nella mail i nomi di tutti i partecipanti al laboratorio con i riferimenti telefonici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here