RICETTE di famiglia. Il vincotto di fichi

0
189

Nel foggiano rappresenta l’ingrediente segreto per condire cartellate o per realizzare il grano dei morti, chiamato “vincotto” o “vino cotto“, per correttezza bisognerebbe denominarlo “cotto di fichi“.

Si realizza in genere tra fine agosto e settembre, prediligendo fichi maturi e morbidi.

In questa conserva non esiste la lista di ingredienti, sarà necessario soltanto raccogliere i fichi più belli.

All’incirca 5 kg per ottenerne 250 grammi.

  • Spaccarli a metà o schiacciarli con le mani senza togliere la buccia e se necessario dopo averli puliti con un panno
  • Metterli in un pentolone e aggiungere acqua fino a coprirli oltre di 3 dita

  • Far bollire e spegnere quando diventano poltiglia (tradizionalmente si preparava sul fuoco a legna)
  • Mettere a scolare per tutta la notte in un sacco pulito di cotone a trame larghe
  • Il giorno dopo far addensare sul fuoco fino alla densità desiderata
  • Più il vincotto sarà denso e più si conserverà a lungo
  • Conservarlo in barattoli di vetro sterilizzati

Silvana Petitti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here