Parte da Bari RADICI del SUD 2013. Il lungo programma si concluderà a giugno

0
313

RADICIIl programma approntato per favorire la divulgazione nello specifico dei vini da vitigno autoctono che prenderanno parte all’edizione 2013 di RADICI DEL SUD (5-10 Giugno 2013) si è avviato lo scorso 22 febbraio per proseguire fino alla fine di maggio con una serie di iniziative molto interessanti.

L’operazione culturale promossa da Radici per far apprezzare la produzione enologica autoctona attraverso la conoscenza dei territori, della storia e delle tecniche che ne determinano l’autentico carattere in tutto il suo fascino, quest’anno si fa ancora più scrupolosa e approfondita.

L’obiettivo è di suscitare il massimo dell’interesse da parte degli addetti ai lavori sia in Italia che all’estero e anche da parte dell’utente finale che nella prossima edizione di Radici potrà finalmente approfittare di un cospicuo spazio dedicato allo scambio commerciale non solo dei vini che prenderanno parte al wine-tasting ma dell’intera gamma di cantina delle oltre 250 aziende partecipanti.

Oltre al fattivo sostegno degli enti locali, assessorato alle Politiche Agricole della regione Puglia in primo luogo, gli esperti che al fianco di Nicola Campanile, ideatore di Radici, si sono sempre battuti per restituire al comparto vinicolo la dignità e il valore che gli sono propri, perseguono con rinnovato vigore il capillare progetto di divulgazione mettendo a disposizione della causa la loro decennale esperienza e la loro fitta rete di contatti intessuta in tutto il mondo.

Fra gli altri Luciano Pignataro e Franco Ziliani saranno protagonisti nell’organizzazione di buona parte degli incontri, degustazioni e cene a tema che avranno luogo nell’Italia meridionale, a Roma e a Bruxelles, da preludio a Radici del Sud. Nelle varie regioni coinvolte Giovanni Gagliardi, Francesca Tamburello, Manila Benedetto, Giuseppe Barretta, Enzo Pietrantonio, Grazie De Martinis, Marina Alaimo, Novella Talamo e altri esperti del settore, referenti e collaboratori in loco di Radici, contribuiranno sostanzialmente alla realizzazione degli eventi che focalizzeranno l’attenzione sui vini autoctoni partecipanti alla manifestazione di giugno venturo.

Tali occasioni di incontro e riflessione serviranno a mettere  a confronto le numerose realtà territoriali perché ne emergano gli aspetti comuni sui quali maggiormente porre l’accento nell’intento di formare una squadra a cui, pur nelle tante sfaccettature, venga poi spontaneo riconoscere una solita matrice. La sensibilità di buyer, opinion leader nazionali e internazionali e degli appassionati è molto pronunciata e ormai ogni iniziativa è accolta con estremo interesse.

PROSSIMI APPUNTAMENTI:

Venerdì 1° marzo presso il ristorante Le Giare di Bari, Verticale del Primitivo di Manduria “Il Sava” dell’azienda Vinicola Savese. A seguire la cena/tributo al vino protagonista della serata sarà affidata alle esperte mani dello Chef Antonio Pulini. Le annate in degustazione: 1979, 1984, 2000, 2004, 2007. Durante la cena si degusteranno i vini dell’azienda Pichierri.

Venerdì 8 Marzo presso Villa Menelao di Turi è in programma alle ore 19 la Verticale di Negroamaro Spano dell’Azienda Vinicola Michele Calò & Figli. A seguire, dalle 21.00, cena proposta dallo chef Gaetano Servidio del Ristorante Menelao a Santa Chiara ospite a Villa Menelao con portate proposte in abbinamento ai vini dell’azienda Calò. Le annate in degustazione:1993,1995,1996,1997,2007.

Giovedì 21 Marzo saremo a Roma con un’anteprima sui Rosati in collaborazione con l’assessorato alle politiche agricole della Regione Puglia dove interverrà l’Assessore regionale Dario Stefàno: “In viaggio con i Rosati di Puglia”, una due giorni dedicata a degustazioni e focus sui vini Rosati.

Lunedì 25 marzo a Bruxelles, “Gli autoctoni di Puglia incontrano l’Europa”, la fortunata vetrina internazionale presso la sede belga della Regione Puglia in collaborazione con l’assessorato alle politiche agricole regionali, alla sua terza edizione, dove i vini partecipanti a Radici del Sud saranno proposti in un contesto enogastronomico d’eccezione, all’attenzione di operatori del settore e successivamente di appassionati proveniente da Belgio e Paesi Bassi.

Martedì 16 Aprile nuovamente alle Giare a Bari. “Dall’alto verso il basso: la Malvasia nera dell’azienda agricola Duca Carlo Guarini”. L’attesa iniziativa si articolerà secondo il seguente programma a partire dalle ore 19 degustazione del Malìa: annate 2004, 2005, 2006, 2007, 2009, 2010. Alle 21 seguirà un omaggio al Salento ad opera dello chef Antonio Pulini del Ristorante Le Giare di Bari.

Venerdì 19 Aprile si terrà a Napoli il Festival delle bollicine del Sud. Ma le tante novità le scopriremo nei prossimi giorni.

Sabato 20 Aprile a Pompei presso il ristorante President: L’Etna e il Vesuvio si incontrano a Pompei. Sei vini vulcanici a confronto.

Mercoledì 24 Aprile sarà Minervino Murge ad ospitare presso Masseria Bàrbera l’evento: “Tre giovani chef per tre vitigni autoctoni del Sud”. Piatti pensati e realizzati da Mirko Balzano (Villa Assunta – Mirabella Eclano – AV), abbinati al Fiano di Avellino; Felice Sgarra (Umami – Andria – Bat) abbinerà i suoi piatti ai vini Rosati di Puglia e Luca Abruzzino (Alta Cucina Locale – Catanzaro)  il Gaglioppo insieme a Nicola Maino (chef Masseria Barbera) Masseria Barbera – Minervino Murge (Bat)

Martedì 7 maggio “I Rosati di Puglia incontrano i Rosati di Sicilia” – Seconda tappa a Monreale (Pa)

Giovedì 16 Maggio si ritorna a Bari. “Aglianico del Vulture: passato e presente”. Alle ore 19.00  9 produttori raccontano e confrontano i loro vini, alle ore 21.00 parliamo di abbinamenti dell’ Aglianico.

5-10 Giugno – Radici del Sud

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here