OLI USATI. Novità sul riciclo, certificata l’attività di OLICAF

0
355

Gli oli e grassi alimentari usati, ad esempio, per la frittura sono un rifiuto fortemente inquinante che, se disperso sul terreno, forma una pellicola che riduce la capacità di assunzione delle sostanze nutritive da parte delle piante o, se disperso in acqua, crea una patina impermeabile che impedisce gli scambi di ossigeno tra aria ed acqua compromettendo l’esistenza della flora e della fauna al suo interno.

Allo stesso tempo, però, gli oli e grassi alimentari usati possono diventare, attraverso il loro riciclo e un adeguato trattamento, una preziosissima risorsa per ottenere lubrificanti vegetali o componenti per la produzione di biodiesel. 

E’ proprio per questa attività che la OLICAF SpA, con sede a Santo Stefano di Zimella in provincia di Verona, ha ricevuto la certificazione ICEA – per l’Istituto è la prima certificazione di sostenibilità per prodotti intermedi per la produzione di biocarburanti ottenuti da rifiuti – in accordo alla normativa comunitaria e nazionale sulla promozione delle energie da fonti rinnovabili e la certificazione della sostenibilità dei biocarburanti e bioliquidi.

La produzione di biodiesel a partire da rifiuti vegetali o animali come gli oli e grassi alimentari usati consente infatti, oltre ad evitare l’inquinamento del terreno e delle acque, di ottenere una riduzione delle emissioni dei gas che provocano l’effetto serra e il riscaldamento del clima dell’83% rispetto alle emissioni derivanti dal diesel fossile.

Le potenzialità di sviluppo del settore, che nel 2012 ha fatto segnare un aumento della quantità raccolta e il riciclata di oli vegetali e grassi animali del 5,8% rispetto all’anno precedente raggiungendo le 49.500 tonnellate (fonte CONOE), sono molto rilevanti come estremamente significativi sono i benefici ambientali diretti che si possono attendere dalla sostituzione di combustibili fossili, nonché dagli impatti  ambientali evitati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here