LIBRI GOLOSI. 5 titoli da non perdere per chi ama il cibo!

0
308

Da sempre nella letteratura, il cibo ha fatto capolino nelle storie, ma è solo di recente che possiamo parlare di un vero e proprio genere nuovo: il food fiction.
In questo nuovo genere, nato alla fine degli anni Ottanta, il cibo non fa più da contesto ma è il protagonista assoluto, l’atto del mangiare e del cucinare diventano la trama centrale del racconto.
Questo genere dalla sua nascita ha visto un grande aumento non solo dei titoli che si possono categorizzare in esso, ma anche del numero dei lettori.

Il cibo narrato piace. I personaggi di questi romanzi possono essere: pasticceri, critici gastronomici, cuochi, scrittori di libri di cucina o aspiranti tali e gli eventi narrati si svolgono tra le mura della cucina o ristoranti.
Noi vi proponiamo i 5 libri che consigliamo vivamente di leggere:

1 – CIBO di HELANA JANECZEK
Il titolo è diretto, Helena (vincitrice del premio Strega nel 2018 con la “Ragazza con la Leica”) non ci gira intorno, questo libro parla di cibo, e del difficile rapporto che spesso si ha con esso.
Infatti, nonostante la trama ripercorra la vicenda di una donna che ha deciso, per l’ennesima volta, di provare a perdere peso, è proprio il cibo a occupare la maggior parte delle pagine del romanzo.

Prima di tutto perché in questa storia il cibo non è solamente un nemico da sconfiggere, una tentazione da allontanare, una massa grassa da eliminare; ma è uno strumento di racconto, il filo rosso attraverso cui la protagonista rievoca gli eventi della sua vita.

2 – “IL GUSTO DI UCCIDERE” di HANNA LINDBERG
Durante l’evento più glamour dell’anno, Il Cuoco D’Oro, che premia lo chef più talentuoso, un colpo di pistola ferma il tempo, e travolge tutti, cuochi affermati, critici culinari, influencer, giornalisti, blogger alla moda, riuniti nell’enorme sala dello Stockholm Grotesque, il consacrato tempio della ristorazione.

Quello che accade quella sera è apparentemente senza senso, un omicidio che non si spiega, forse una morte per sbaglio. Il gusto di uccidere porta il lettore in una Stoccolma molto trendy, quella dei grandi ristoranti, dove (anche lì) gli chef sono trattati da rockstar, seguiti nella loro vita privata e venerati nei loro santuari, locali prestigiosi il cui successo lega gli interessi di tante persone.

3. PANZA E PRISENZA di GIUSEPPINA TORREGROSSA
Sette le ricette presenti in questo libro e che accompagnano le cene di due poliziotti, Sasà e Marò che per andare avanti nelle loro indagini si ritrovano, sera dopo sera, davanti ad una tavola imbandita.

“Che ti porto?” chiede lui ogni volta, “Panza e prisenza” risponde lei decisa, cioè: solo te stesso e il tuo appetito. Ogni cena una ricetta, preparata da Marò e servita a Sasà in un’atmosfera di speziata ambiguità.

Ogni pasto un passo avanti nelle indagini e uno indietro nel gioco di seduzione sempre più pericoloso tra lui e lei, e viceversa…

4. ESTASI CULINARIE di MURIEL BARBERY
La ricerca del sapore perduto nel tempo, quello che vorrebbe assaggiare di nuovo, monsieur Arthens, il più grande critico gastronomico del mondo, il genio della degustazione, prima di morire.

Il despota cinico e tremendamente egocentrico, che dall’alto del suo potere smisurato decide le sorti degli chef più prestigiosi, nelle ultime ore di vita cerca di recuperare un sapore primordiale e sublime, un sapore provato e che ora gli sfugge, il Sapore per eccellenza.

Un viaggio gustoso ed ironico che ripercorre la carriera di Arthens dall’infanzia ai fasti della maturità, attraverso la celebrazione di piatti poveri e prelibatezze haute cuisine.

5. LA VENDETTA DELLA MELANZANA – BULBUL SHARMA
Tredici racconti che ci presentano altrettante donne, con le loro storie, desideri, privazioni e piccole soddisfazioni nel loro mondo esclusivo, la cucina.

Ognuna di loro ci presenta le sue ricette preferite, preparate per ammaliare o per vendicarsi dei torti subiti. Un libro ricco di spunti di riflessioni e di collegamenti a tante belle ricette diverse dalle nostre, ma da provare. Chi ama la letteratura e la cucina indiana non se lo può perdere.

Sono tredici i racconti e altrettante ricette che descrivono questo paese con i suoi profumi , i suoi gusti e i suoi modi di vivere.

Un bellissimo viaggio attraverso l’India con il profumo dello zenzero, del cumino e del coriandolo raccontato dalle donne.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here