L’Accademia Italiana della Vite e del Vino nomina un nuovo membro: l’enologo Giuseppe Pizzolante Leuzzi

0
340

Giuseppe Pizzolante Leuzzi enologo della Cupertinum, Cantina sociale cooperativa di Copertino, è stato nominato membro dell’Accademia Italiana della Vite e del Vino per essersi particolarmente distinto nel corso degli anni nell’attività di enologo, nonché collaboratore del CNR.

Si tratta di un riconoscimento prestigioso da parte della storica istituzione nazionale, definita “il cervello della vitivinicoltura e dell’enologia italiana” dall’autorevolissimo ex Presidente della Repubblica Luigi Einaudi (nonché – ricordiamolo – proprietario e fiero conduttore di una azienda vitivinicola). L’Accademia conta oltre 500 selezionati membri e ha tra i suoi principali obiettivi lo studio e la promozione del patrimonio vitivinicolo d’Italia.

Ricordiamo che esattamente un anno fa il Presidente della Cupertinum, l’agronomo dottor Mario Petito, aveva ricevuto lo stesso importante riconoscimento, sempre dalle mani del professor Antonio Calò, agronomo di fama internazionale, tarantino di nascita e Presidente dell’Accademia.

Ricevere questo riconoscimento dai massimi studiosi di viticoltura ed enologia ed essere stato ammesso quale membro dell’Accademia che riunisce i rinomati rappresentanti del settore è ovviamente un grande onore – ci racconta Giuseppe Pizzolante Leuzzi. E continua: ma è anche un impegno per me a tenere alto il prestigio di questo riconoscimento, della Cupertinum e del territorio. Farò il possibile perché ‘accademico’ non diventi sinonimo di ‘retorico’, ma faccia rima con innovazione e rigore, trasferendo la ricerca in pragmatica e pratica. È un riconoscimento non solo alla mia persona ma anche al territorio di provenienza e alle aziende con cui collaboro. Proprio per questo cercherò di spendere questo riconoscimento a favore della vitivinicoltura salentina. Vitivinicoltura che significa: valorizzazione del territorio, economia, e di conseguenza cultura e turismo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here