Buone Idee. Mascherina sì, ma eco-sostenibile!

0
280

La mascherina è il nuovo accessorio da portare con sé, come la borsa e il cellulare.

Nonostante i bassi contagi che si registrano negli ultimi tempi,  non dobbiamo abbassare la guardia e la mascherina non va abbandonata, per la nostra tutela e quella delle persone vicine.

Le mascherine sono indubbiamente utili a limitare i contagi da Covid ma, quelle usa e getta, sono molto inquinanti e stanno creando non pochi problemi a livello ambientale. 

Allora, c’è chi ha pensato alle mascherine in tessuto che si possono lavare e riutilizzare in modo da non pesare sull’ambiente. 

Tanti le propongono in cotone, e si possono realizzare anche fai da te, o chi le propone in tessuti pregiati, freschi e naturali, sempre con taschino per il filtro, per avere un tocco glamour e fashion. 

E c’è quindi chi ha pensato di realizzare mascherine riutilizzabili in canapa.

Si tratta di un’azienda italiana specializzata in filati e tessuti naturali (non solo canapa ma anche soia, ortica e bamboo). Le mascherine da loro realizzate in fibra di canapa hanno un effetto naturalmente battericida (contro i batteri, non contro i virus).

Come specifica l’azienda, le mascherine che produce sono artigianali e made in Italy, realizzate esclusivamente con tessuti in fibre naturali e senza l’uso di alcuna sostanza chimica impermeabilizzante. Si possono utilizzare fino a che non si rompono e hanno la stessa valenza di quelle fatte in casa o chirurgiche in tessuto. Sono prodotte ai sensi dell’art. 16, comma 2, del D.L. 18/2020 “Cura Italia” del 17/03/2020.

Le possono usare tutte le persone a contatto con il pubblico, gli addetti alla vendita di alimentari e, in ogni caso, tutti i cittadini. Ma, ovviamente, non sono un presidio medico sanitario ma solo una protezione realizzata su più strati, che sfrutta in più anche le qualità antibatteriche delle fibre naturali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here