Appassimenti Aperti. Un brindisi lungo dieci anni in nome della Vernaccia nera

0
539

AppassimentiMACERATA. Per chi ama assaporare un grande vino direttamente nei luoghi di produzione, nell’atmosfera magica di un borgo incantevole e di un paesaggio incontaminato, le date da segnare in agenda sono quest’anno l’8 ed il 15 novembre.

In queste due domeniche si terrà a Serrapetrona, in provincia di Macerata, la decima edizione di “Appassimenti aperti”, l’appuntamento che celebra il vitigno autoctono Vernaccia Nera e le sue espressioni aprendo i suggestivi luoghi destinati all’appassimento delle uve.

L’evento è organizzato dall’Istituto Marchigiano di Tutela Vini, dai Comitati di Tutela della Vernaccia di Serrapetrona docg e del Serrapetrona doc e dal Comune di Serrapetrona.
Un’occasione unica per andare alla scoperta di un territorio ricco di beni culturali ed ambientali. Un luogo dove bisogna “so-stare”, nel senso di “indugiare”, di ricercare la particolarità, di apprezzare la qualità della vita.
Si tratta di un traguardo importante per questa manifestazione che negli anni ha saputo raccontare e valorizzare l’unicità di questo vitigno e la storia appassionante di una produzione piccola e preziosa (70 ettari vitati).

La vinificazione della Vernaccia risale al XV secolo ed oggi è massima espressione della “tipicità”: l’intero ciclo, dalla localizzazione dei vigneti ai processi di lavorazione fino all’imbottigliamento avviene unicamente in questi territori.

Qui storia del vino, vita della comunità e paesaggio sono da sempre una cosa sola; una peculiarità che negli anni ha affascinato tanti amanti del vino e tanti turisti in cerca di sapori e luoghi autentici. Non per niente le Marche sono considerate terra di ospitalità e di cultura, dove abita e lavora una popolazione sobria e misurata. Il grande merito delle Marche è quello di aver conservato la tradizione e di non aver tradito le proprie origini simbolo di civiltà e di cultura.
Le due domeniche di Appassimenti Aperti si svolgeranno tra il paese e le cantine circostanti aperte per visite e degustazioni e facilmente raggiungibili tramite un servizio navetta gratuito. Il fascino di questo appuntamento sta da sempre nell’opportunità unica di visitare gli appassimenti, dove le uve riposano per mesi disposte in cassette o appese con effetti di grande suggestione
A rendere irrinunciabile la visita a Serrapetrona è anche l’atmosfera d’altri tempi che si respira in questo paese-presepio, incastonato sui Monti Azzurri, circondato da una natura incontaminata e dai colori arancio intenso dell’autunno.

Angelo Lo Rizzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here