L’Anteprima della Vernaccia di San Gimignano nel 2021 mantiene solo il nome (e neanche quello fino in fondo…) della annuale presentazione delle nuove annate a stampa, operatori e consumatori, per il resto sarà completamente diversa nella forma ma non nella sostanza, fare conoscere la qualità dei vini dell’ultima vendemmia, la 2020 e la 2019 per la tipologia Riserva.
Le diversità emergono a cominciare dal periodo, invece del tradizionale mese di febbraio, si svolgerà tra maggio e giugno.

Non ci sarà unità di tempo e di luogo come in passato, ma sarà un’Anteprima ‘diffusa’, lunga un mese. E’ iniziata lo scorso 19 Maggio e terminerà lunedì 14 Giugno.
Non ci saranno banchi di assaggio, la formula del walk around tasting non garantisce il distanziamento, le degustazioni avverranno solo in postazioni sedute poste a distanza di sicurezza l’una dall’altra (due metri), con servizio di sommelier. E si potrà accedere alle degustazioni solo su prenotazione e accredito.

Al termine di questa prima parte dedicata alla stampa, l’anteprima cambia look e nome, diventa Degusta in Anteprima le nuove annate della Vernaccia di San Gimignano e si sposta nella Rocca di Montestaffoli all’interno di ‘Vernaccia di San Gimignano Wine Experience’.
Per nove giorni (22/23/24 maggio, 30/31 maggio, 6/7 giugno, 13/14 giugno) nella sala verranno allestite dodici postazioni per ciascuno dei tre turni di degustazione, poste a distanza di sicurezza e con servizio di sommelier, dove si potranno assaggiare gli stessi sessantanove vini ancora non usciti sul mercato proposti ai giornalisti. Ciascuna delle tre sessioni di degustazione avrà la durata di un’ora e mezzo e si terranno alle ore 11,30, alle 15 e alle 17,30.

I primi due appuntamenti previsti (22-23-24 e 30-31 maggio) saranno riservati agli operatori di settore, mentre quelli del mese di giugno saranno aperti al pubblico.

In entrambi i casi per partecipare sarà necessaria la prenotazione sul sito www.vernaccia.it.

Aziende presenti all’Anteprima della Vernaccia di San Gimignano 2021:
Agricoltori del Chianti Geografico, Alessandro Tofanari, Cantine Guidi, Cappellasantandrea, Casa alla Vacche, Casa Lucii, Cesani, Collemucioli, Collina dei Venti, Fattoria Abbazia di Monte Oliveto, Fattoria di Fugnano e Bombereto, Fattoria San Donato, Fattorie Melini, Fornacelle, Guicciardini Strozzi, Il Colombaio di Santa Chiara, Il Lebbio, Il Palagione, La Lastra, Montenidoli, Mormoraia, Palagetto, Panizzi, Podere le Volute, Poderi del paradiso, San Benedetto, San Quirico, Signano,Tenuta le Calcinaie, Tenuta Montagnani, Tenuta la Vigna, Teruzzi, Tollena, Vagnoni.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here