VENDEMMIA LAZIO: Principe Pallavicini parte dal Frascati Parola ai tecnici…

0
292

“La Principe Pallavicini ha nel Lazio vitivinicolo una storia davvero unica. Quando ho intrapreso questa collaborazione, l’ho fatto con l’entusiasmo che nasce quando si intravede un progetto di valore, potenzialmente significativo anche per l’intero territorio, e lo si fa con una squadra che ci crede e si impegna con determinazione.” Così Carlo Ferrini, enologo tra i più stimati e conosciuti nello scenario internazionale, commenta il suo ingresso nel team di Principe Pallavicini.

La collaborazione di Ferrini, che affiancherà come consulente l’enologo aziendale Carlo Roveda (in azienda dal 1998), rientra in una più ampia riorganizzazione che vede l’affidamento della direzione generale a Claudio Latagliata, accanto all’agronomo aziendale Mauro De Angelis (in Pallavicini dal 1994) e attuale Presidente del Consorzio del Frascati.

“Crediamo molto nel potenziale inespresso del Frascati, un vino a nostro avviso sino ad ora ingiustamente relegato a un ruolo di secondo piano.” afferma la Principessa Maria Camilla Pallavicini, alla guida dell’azienda. “Il patrimonio di storia e tradizioni del Frascati è tutto da  riscoprire e siamo certi che questo vino, con la sua versatilità e le sue caratteristiche di freschezza e piacevolezza, sia un appuntamento per oggi particolarmente attuale e in sintonia con le nuove modalità del consumo. I diversi segnali che ci giungono dal nostro pubblico sembrano confermare tale nostro ottimismo.”

 

Ma quali sono le previsioni per questa vendemmia? Ecco le dichiarazioni di Mauro De Angelis, agronomo di Vini Principe Pallavicini e Presidente del Consorzio Frascati DOC, sull’andamento della raccolta in Lazio.

 

“Nei vigneti Pallavicini siamo prossimi alla vendemmia delle uve e il buon lavoro svolto le mostra sane, con le viti dotate di una ricchezza di foglie giovani che ben le alimentano accompagnando al meglio la maturazione. Una stagione che si è presentata con una quantità di prodotto leggermente sotto la media, ha offerto climaticamente delle condizioni veramente ottimali, fatto salvo una decina di giorni a metà Luglio nei quali una ondata di calore ha investito il nostro territorio, il resto del mese ed Agosto hanno avuto temperature massime assolutamente accettabili nonchè splendide escursioni termiche notturne e mattutine che stanno favorendo una messa a punto delle componenti aromatiche molto promettente. Le nostre uve bianche, specie le più precoci, Chardonnay, Grechetto, Greco, Semillon, manifestano assaggiando gli acini una splendida aromaticità già congiunta ad un buon livello zuccherino, situazione analoga, anche se ancora lontana dalla vendemmia, manifestano le altre varietà bianche, per la malvasia del Lazio si preannuncia un anno da ricordare. Le varietà a bacca rossa stanno invaiando uniformemente, il Merlot, il Petit Verdot, il Cabernet, il Syrah, masticando gli acini già presentano tannini buoni, il varietale è ora spiccato, neanche nelle colline più ripide abbiamo stress idrici nei nostri vigneti. Per il Cesanese, il Sangiovese Grosso e le altre uve rosse c’è da aspettare ma si presentano bene ed il clima asciutto e ventilato darà struttura. Anche il 2011 ci conferma la grande vocazione del nostro territorio alla viticoltura, d’altronde è cosi da secoli, ciò ne fa un luogo dove fare buoni vini è un dovere, grandi vini una splendida opportunità.”

 

> La famiglia Pallavicini è presente nel Lazio fin dalla seconda metà del 1600 e da sempre intreccia la propria storia con quella della regione. Tra le diverse sue attività anche la gestione di proprietà agricole e vinicole intorno a Roma. L’impegno nella viticoltura gode ora di un rinnovato slancio grazie a Maria Camilla Pallavicini: l’azienda rappresenta oggi il più grande vigneto privato nella zona del Frascati con 54 ettari dedicati alla coltivazione di uve bianche per la produzione del Frascati DOCG, sui complessivi 80 ettari vitati che producono anche ottimi vini rossi di grande valore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here