Uno stecco artigianale. L’ultima “evoluzione” in tema di gelati

0
408

OLYMPUS DIGITAL CAMERASALERNO. Non ci è dato saperlo, saranno stati gli Arabi o forse i Cinesi a dar vita al gelato, ma certo è che oggi rappresenta uno dei dolci più irrinunciabili e diffusi al mondo.

La sua lavorazione è molto radicata sia in Sicilia che in Spagna e questo fa pensare che sia legato agli Arabi, ma Marco Polo portò testimonianza della conoscenza del gelato in Cina.

Questo prodotto non è chiaramente stato sempre così come lo conosciamo oggi. Dapprima latte, miele e succhi impastati con la neve o conservati grazie alla neve, poi pian piano un impasto vero e proprio. Un punto importante è stato sicuramente rappresentato dalla prima gelateria aperta in Francia da un siciliano, Francesco Procopio, che aprì il Caffè Procope.

Ma quante evoluzioni ha subito e quante ancora ne vivrà? Una grande rivoluzione è già arrivata con l’industria che lo ha reso un dolce consumabile ovunque, adatto alle passeggiate, slegandolo dai contenitori e portandolo dapprima sul cono e poi sullo stecco.

Ma lo stecco, quello industriale, un po’ ne ha intaccato la bontà e la genuinità. Ed ecco che arriva una novità, partita da Torino e sbarcata già – tra gli altri – ad Alassio, Bologna, Firenze, a Barcellona, a Manila e a New York.

Si chiama Stick House ed è il gelato artigianale su stecco. Dunque l’innovazione, quella tanto amata dai giovani che è appunto lo stecco, applicata ad una lavorazione artigianale del gelato. Tra i nuovi punti vendita abbiamo visitato quello aperto da pochi giorni a Salerno.

Ad aver investito su questo prodotto, con un punto vendita al centro della città, è l’imprenditore salernitano, Enzo Bove, affiancato dall’ideatore della macchina con cui si producono gli stecchi artigianali, Vincenzo Sottile.

Latte, uova, panna e zucchero per i gelati, frutta, fruttosio e acqua per i sorbetti, farina di riso per le merende su stecco. E’ sulla semplicità e sulla genuinità – dunque – che si concentrano i prodotti Stick House, tutti senza glutine e dunque adatti anche ai celiaci.

Ma a proposito, quanto costa questo gelato? Praticamente come un gelato industriale, in media, anche se alcuni stecchi costano molto di più: intorno ai 2 euro per70 grammi.

 

Antonella Petitti
 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here