Un Grignolino senza solfiti sbarca da SARFATI. E’ firmato dalla Cascina Tavijn

0
361

MILANO. Nadia Verrua guida da qualche anno l’azienda agricola Cascina ‘Tavijn di Scurzolengo, nell’Astigiano, in una delle aree più vocate per il Grignolino, vitigno di straordinaria originalità espressiva, una peculiarità che lo tiene immeritatamente ai margini della discussione mediatica nel mondo del vino.

Giovane, intraprendente, ma al tempo stesso legata a una certa sobrietà piemontese, negli ultimi anni Nadia ha governato con cautela una virata dell’azienda di famiglia verso modalità sempre più naturali e poco invasive, che hanno portato alla certificazione biologica. Anche in cantina, le vinificazioni sono diventate sempre più genuine: solo lieviti indigeni e nessuna chiarifica né filtrazione.

Ora Nadia ha compiuto un passo ulteriore di grande importanza: l’eliminazione dei solfiti aggiunti. Nasce così la prima annata (2010) di “Vino rosso” da uve grignolino, prodotto appositamente per Stefano Sarfati, naturalmente non filtrato ma anche privo di solfiti aggiunti.

Il risultato è uno dei vini più liberi, spontanei e gustosi mai prodotti in azienda: di un bel colore granato sostenuto, ha note di arancia e cannella, poi erbe e caramelle inglesi. In bocca è fragrante e spigliato, sinuoso, condotto sul filo di una bellissima fermezza fatta da un notevole binomio acidità+tannino. Nel lungo finale riemerge il fruttato.

Ma la cosa che più colpisce di questo vino – saggiamente imbottigliato con un tappo a corona! – è la capacità di evitare quella rigidità che rende talora austero il Grignolino.

Un rosso tutto da scoprire: una vera esperienza!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here