Torna la cucina borbonica a La Via delle Taverne. Una originale cena spettacolo

0
297

ATRIPALDA (AV). Dopo la pausa estiva tornano gli appuntamenti con il gusto e i sapori del ‘700 a “La Via delle Taverne”, ristorante che riproporrà ai suoi ospiti i piatti della cucina borbonica, fra nobili suggestioni e accostamenti popolari.

Venerdì 26 ottobre, i piatti protagonisti dei sontuosi banchetti che le famiglie dell’antica nobiltà napoletana offrivano ai viaggiatori provenienti da tutta Europa per apprezzare la bontà e la ricchezza della cucina partenopea, saranno presentati durante una coinvolgente Cena Spettacolo animata dalla Compagna Teatrale “Linguaggi trasversali” di Franco Scotto.

Le pietanze proposte saranno quelle codificate dal monaco benedettino Vincenzo Corrado che, in qualità di “Capo dei Servizi di Bocca” del Principe di Francavilla, uno dei nobili napoletani dell’epoca, nella cui casa si allestivano i banchetti più sontuosi, coordinava un piccolo esercito di maggiordomi, domestici e paggi, supervisionando la preparazione di pranzi o cene in cui si univa la sapiente scelta delle vivande a particolari accorgimenti architettonici e artistici creando coreografie sontuose e raffinate.

Vincenzo Corrado, autore di diversi testi e trattati dedicati all’arte di mangiare bene, con il suo “I pranzi giornalieri”, compì il primo tentativo di trasformare la cucina degli opulenti pranzi di gala in una più adatta al mangiare quotidiano.

L’opera, che ebbe un notevole successo e di cui vennero realizzate più edizioni, suddivideva le ricette in quattro sezioni, dedicata ognuno ad una stagione dell’anno. I piatti che saranno presentati durante la Cena Spettacolo organizzata da “La Via delle Taverne” sono tratti dalla sezione autunnale e prevedono: un antipasto a base di pasticcetti di rognone e vitello, zuppa di agnolotti come primo piatti e fricassèe della zinna di bufala come secondo piatto, accompagnato da un contorno di fagioletti alla crema.

Per dolce un delizioso bianco mangiare, delicata creazione a base di crema di mandorle e cannella. Un menù d’eccezione scelto per regalare agli ospiti una piacevole serata alla scoperta di nobili sapori ritrovati.

Costo della degustazione a persona: 35 €

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here