La scelta di proporre questo piatto è legata a una volontà ben precisa: utilizzare “totalmente” il limone.
Nella preparazione, infatti, c’è l’acidità del succo, che serve per candire la buccia e dare dolcezza al piatto, e la sapidità della parte bianca, che compensa la parte acida del limone. Con le foglie essiccate, invece, si può creare la polvere da usare nella decorazione. Il risultato è un piatto gustosissimo con un utilizzo al 100% dell’ingrediente e, di conseguenza, nessuno spreco.

Ingredienti:
• 800 gr di seppie
• Sale Maldon q.b.
• Pepe nero q.b.
• Olio evo q.b.
• 10 limoni
• 200 gr di zucchero
• Maggiorana q.b.


Procedimento
1. Lavare e pelare i limoni aiutandosi con un pelapatate. Successivamente tagliare julienne
2. Sbianchire la scorza per tre volte nell’acqua calda e lasciar raffreddare.
3. Dalla polpa dei limoni ottenere 200 gr di succo. Successivamente mettere in un pentolino con 200 gr di zucchero fino a quando non sarà del tutto sciolto.
4. Aggiungere la buccia dei limoni, precedentemente tagliata a julienne e sbianchita e lasciarla candire per circa 20 minuti. Successivamente farla raffreddare.
5. Pulire le seppie e privarle della pelle.
6. Aiutandosi con la pellicola, arrotolare la seppia su sé stessa e riporla nel congelatore per 48 ore.
7. Appena pronte, togliere la pellicola e tagliare finemente.
8. Far rinvenire in una ciotola con acqua tiepida e lasciare a mollo per circa 2 minuti.
9. Scolare, asciugare bene e condire con olio evo, sale Maldon, pepe nero e il limone candito.


Suggerimento: per decorare e dare ulteriore profumo al piatto, si possono utilizzare i ciuffetti di menta.

LA RICETTA E’ DELLO CHEF STELLATO GIUSEPPE RACITI PER IL PROGETTO “ACQUA NELLE NOSTRE MANI”

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here