Per chi ama il mare e ne vuole assaporare i sapori ed i profumi, La Molisana presenta la ricetta perfetta per le serate estive.

I cuochi “Chef in Camicia” hanno rielaborato la classica carbonara dando vita ad un primo piatto dal sapore marino, divertente e colorato: la Carbonara di mare.

Pasta lunga e base d’uovo vengono qui arricchiti da ingredienti di mare, per un piatto cremoso e saporito…

Difficoltà: Facile
Dosi: Per 2 persone
Tempo di preparazione totale: 30 minuti

Ingredienti
Spaghetto Quadrato La Molisana, 300 g;
Pesce spada, 100 g;
Salmone, 100 g;
Tonno, 100 g;
Olio extravergine di oliva, q.b.;
Sale fino, q.b.;
Tuorli d’uovo, 3;
Vino bianco, 5 ml;
Finocchietto selvatico, q.b.;
Bottarga, q.b.;
Caviale, 20 g; (facoltativo)
Germogli, q.b. (facoltativo)

Preparazione
Per prima cosa portare a bollore abbondante acqua leggermente salata.
In una boule versare i tuorli d’uovo, il vino bianco, un pizzico di sale, il finocchietto tritato e la bottarga grattugiata. Portare il tutto sul fuoco, a bagnomaria, ed emulsionare il tutto pastorizzando le uova, mescolando di continuo con l’aiuto di una frusta.
Una volta che la nostra salsa d’uovo sarà pronta, densa, liscia ed omogenea, metterla da parte.
Nel frattempo calare gli Spaghetti Quadrati La Molisana nell’acqua riscaldata precedentemente e portare a cottura.
Nel mentre tagliare a dadi regolari i tre pesci: tonno, salmone e pesce spada. Condire il tutto con olio, sale e pepe e far macerare per qualche minuto. Scottare leggermente su tutti i lati.
Scolare la pasta, mantecare con la crema d’uovo, aggiungere il pesce scottato precedentemente ed impiattare.
Completare con qualche quenelle di caviale, dei germogli per decorare il tutto e qualche fogliolina di finocchietto selvatico.

Manca qualche ingrediente?
E’ possibile sostituire il pesce spada, il tonno ed il salmone, con altri tipi di pesce che più preferiamo, a seconda dei nostri gusti.
E’ possibile sostituire il vino bianco con un goccio di aceto di vino bianco.
E’ possibile sostituire il finocchietto selvatico con dell’aneto o del prezzemolo.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here