Pesca: una proposta per il fermo biologico obbligatorio

0
238

ROMA. Si è svolta lo scorso 21 giugno presso la sala Cavour del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali la quarta riunione dell’Unità di crisi istituita dal Ministro Giancarlo Galan con apposito decreto lo scorso 10 giugno per far fronte all’impatto che l’attuazione del regolamento Europeo per la Pesca nel Mediterraneo, in vigore in Italia dal primo giugno, avrà sul settore.

L’unità di  crisi è composta dai membri della Commissione consultiva centrale della pesca marittima.

Dopo un serrato dibattito tra il Ministero, rappresentato dal Capo di Gabinetto Giuseppe Ambrosio, dal Capo Dipartimento delle politiche europee Mario Catania e dal direttore generale della pesca del Mipaaf Francesco Saverio Abate e le principali associazioni di categoria e le Regioni (la riunione ha visto anche la presenza dell’Assessore all’Agricoltura della Puglia Dario Stefano), si è giunti alla proposta di un testo di decreto per il fermo biologico che prevede una retribuzione per le imprese.

La proposta di decreto verrà sottoposta all’attenzione del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Giancarlo Galan.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here