PARCO del CILENTO. 20 mila euro per ogni comune che realizzerà una Casa dell’Acqua

0
231

VALLO DELLA LUCANIA (SA). L’Ente ha pubblicato un bando per la concessione a favore dei comuni del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni di contributi per la realizzazione di nuovi distributori di acqua potabile, nella tipologia meglio conosciuta come “case dell’acqua”.

La somma stanziata per l’iniziativa ammonta a 130.000 euro, l’importo del finanziamento non potrà superare € 20.000 per ogni comune che ne faccia richiesta.  L’obiettivo è quello di ridurre il consumo di plastica, di conseguenza si risparmia petrolio riducendo così nell’atmosfera l’immissione di anidride carbonica e monossido di carbonio.

Un esempio interessante, presentato al 6° Forum mondiale di Marsiglia, è quello della provincia di Milano (capoluogo escluso), dove ci sono 81 Case dell’acqua. L’erogazione media giornaliera è di 2.500 litri e permette un risparmio di 32 milioni e 21 mila bottiglie di plastica l’anno, equivalenti al trasporto su 3.252 tir, al consumo di 1.936 tonnellate di petrolio e di 15.490 metri cubi d’acqua, alla produzione di 1.936 tonnellate di anidride carbonica e di 15,6 tonnellate di monossido di carbonio.

L’iniziativa del Parco rappresenta un piccolo ma concreto esempio di sostenibilità e va a colmare un gap con le regioni del nord dove esistono più punti di distribuzione rispetto al centro e al sud del paese. Inoltre le Case dell’acqua forniscono gratuitamente acqua di qualità con o senza bollicine, che fa risparmiare sulla spesa settimanale, dà una mano all’ambiente e contribuisce alla riduzione e alla circolazione di plastica.

La domanda di contributo dovrà pervenire alla sede dell’Ente Parco entro le ore 12,00 del 30 novembre 2012, il bando completi di allegati è reperibile sul sito www.cilentoediano.it/bandi/.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here