NOCCIOLA Day. L’8 dicembre eventi in tutta Italia

0
562

La nocciola piace a grandi e bambini, fa bene alla salute e in Italia sostiene uno dei settori di eccellenza a livello mondiale con varietà che sono le più stimate in assoluto.

I NUMERI DELLA PRODUZIONE
Nella produzione mondiale degli ultimi 5 anni, la Turchia fa la parte del leone con una produzione pari al 71% . Segue l’Italia, al secondo posto con l’ 11%. Poi ci sono la Georgia e Azerbaijan con il 4%. E ancora gli Sati uniti con il 3% e la Spagna che detiene il 2%, della produzione mondiale. Il restante è suddiviso fra i nuovi mercati dell’altro emisfero come Cile, Australia e Sudafrica

(Dati: INC/ISTAT 2017/18)

E Secondo i dati Istat 2017/18 nel nostro paese si producono 131.281 tonnellate di nocciole. La geografia italiana del nocciolo vede il centro Italia al primo posto con il 50.100 tonnellate, segue il sud con 49.189 tonnellate e il nord con 31.992 tonnellate.
Siamo il secondo produttore al Mondo dopo la Turchia e unico Paese a vantare 3 marchi europei di qualità: la Nocciola di Giffoni I.G.P., la Nocciola Romana D.O.P. e la Nocciola Piemonte I.G.P.

LE CULTIVAR

Le cultivar in Italia sono molte rispetto al resto del mondo abbiamo tanta biodiversità in corilicoltura: la Tonda gentile trilobata (Piemonte), la Tapparona e D‘orto e altre raggruppate come misto Chiavari (Liguria), la Tonda Gentile Romana e il Nocchione (Lazio e Umbria), Mortarella, San Giovanni, Tonda Rossa, Tonda Bianca, Camponica, Tonda di Giffoni (Campania), Tonda Calabrese (Calabria), Minullara, Ghirara, e altre raggruppate sotto il nome Nocciole dei Nebrodi (Sicilia).
Ci sono delle varietà nuove create dalla Prof.ssa Daniela Farinelli dell’Università di Perugia come la nocciola Francescana marchio registrato, ottenuta da un incrocio tra Tonda Gentile Romana e Tonda di Giffoni che a breve entrerà in produzione in Umbria.

GIORNATA NAZIONALE della NOCCIOLA ITALIANA

Bologna Fico Eatatly World, Napoli, Torino, Genova, Roma, Salerno, Catania e i 270 paesi “corilicoli” italiani saranno di nuovo il palcoscenico, domani 8 dicembre, dell’ottava “Giornata Nazionale” dedicata alla Nocciola Italiana.

Per l‘8° anno consecutivo l’Associazione Nazionale Città della Nocciola promuove questa iniziativa nazionale per divulgare la conoscenza di questo alimento e il corretto uso, importante da un punto di vista nutrizionale, culturale e turistico.

Eventi, degustazioni, laboratori sensoriali, escursioni guidate, convegni, menù a tema nei ristoranti e in tanti altri” luoghi” si svolgeranno in tutta Italia per festeggiare la nocciola prodotto di orgoglio nazionale.

Nocciola Day la tappa ufficiale nazionale si festeggerà a Bologna sabato 7 dicembre e domenica 8 dicembre un’ intero fine settimana dedicato al Nocciola DAY presso FICO Eataly World con il Presidente dell’Associazione Nazionale Rosario D’Acunto e il Direttore Irma Brizi e i due membri onorari del Club Amici di Città della Nocciola e food writers Clara e Gigi Padovani si festeggerà con degustazioni NoccioliAmo, nocciolaboratori, showcooking, talk show.

Sabato 7 dicembre alle ore 20.00 una cena speciale del #noccioladay presso il ristorante La Campofilone a tema “La regina gentile in tavola”.
Inoltre a FICO, si terrà un mercato delle nocciola con agricoltori e produttori da tutta Italia. La regione europea ospite sarà la Catalogna, con una delegazione da Reus e Brunyola. La Fondazione FICO, con l Associazione Nazionale Città della Nocciola, ha organizzato un convegno dal titolo Che mondo sarebbe senza le nocciole? La corilicoltura in pericolo: cambiamento climatico, cimice asiatica, ghiri e cinghiali con i rappresentanti di tutti i territori corilicoli italiani e della delegazione catalana, con esperti tecnici della ricerca corilica nazionale.

Sabato 7 dicembre alle ore 17 nell’arena centrale ci sarà la Presentazione del libro Enciclopedia della nocciola. Il frutto della felicità. Storia, curiosità, territori e ricette (Mondadori) Coordina Duccio Caccioni, direttore scientifico della Fondazione Fico, con gli autori del libro, Clara e Gigi Padovani con Irma Brizi. Con proiezione di video testimonianze dei protagonisti.
Domenica 8 dicembre ore 16 nell’ arena centrale La nocciola, genere femminile. Talk show condotto da Clara Vada Padovani. Con le testimonianze delle donne protagoniste del libro Enciclopedia della nocciola (Mondadori).
Per l’occasione dalla Sicilia saranno con noi gli allievi della scuola I.I.S. Manzoni sede staccata alberghiero di Santo Stefano di Camastra e Istituto tecnico agrario di Caronia per vivere l’esperienza Nocciola DAY con uno stage in un grande evento nazionale.
Per l’occasione dalla Sicilia saranno con noi gli allievi della scuola I.I.S. Manzoni sede staccata alberghiero di Santo Stefano di Camastra e Istituto tecnico agrario di Caronia per vivere l’esperienza Nocciola DAY con uno stage in un grande evento nazionale.

PERCHE’ CONSUMARE NOCCIOLE FA BENE…

“Un prodotto insostituibile nella Dieta Mediterranea (42 g al dì) di altissimo profilo nutrizionale, garantito e controllato in ogni fase della filiera produttiva, dalla terra alla tavola, afferma Rosario D’Acunto, Presidente dell’Associazione Nazionale Città della Nocciola, e che rappresenta oggi anche un forte attrattore per il turismo rurale ed enogastronomico dei nostri territori.”

Le nocciole non sono buone solo per il palato e lo dicono gli esperti della Food and Drug Administration.
Il consumo di 42 g circa di frutta secca al giorno, consiglia l’associazione internazionale, riduce il rischio di malattie cardiovascolari. Via libera quindi alla quantità giornaliera di consumo di nocciola nelle famiglie italiane, nelle scuole e come intermezzo tra un pasto e l’altro per gli sportivi e per tutti coloro che si vogliono bene e in forma.

Il programma e gli eventi in tutta Italia su www.nocciolaitaliana.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here