Le feste natalizie mettono sempre a dura prova la forma fisica, faticosamente conquistata nei mesi precedenti. Durante l’inverno, complici le tradizionali abbuffate e la maggiore sedentarietà di questo periodo, i ritmi del metabolismo possono subire un rallentamento, trasformandosi in qualche chilo di troppo sulla bilancia.

Per questo, è fondamentale sostenere l’organismo con un’alimentazione adeguata, che fornisca tutti i fattori nutritivi e che allo stesso tempo supporti l’azione depurativa del fegato e dei reni.

Una dieta varia e bilanciata, abbinata a una riduzione delle porzioni rispetto a quelle abituali per creare un minore apporto di calorie, è la strategia migliore per aiutare l’organismo a funzionare al meglio.

Ottimi alleati sono gli alimenti ricchi di proteine, essenziali per favorire il ricambio dei tessuti e per mantenere il tono muscolare.

In particolare le uova, caratterizzate da un contenuto proteico di altissimo valore biologico, sono consigliate per fare il pieno di questi nutrienti fondamentali senza appesantire troppo l’organismo.

Con sole 128 kcal per 100 grammi, le uova sono un alimento che ben si integra in un regime di “remise en forme”.

A patto che si scelga un metodo di cottura che non preveda l’aggiunta di grassi, come per esempio le uova alla coque (da cuocere in acqua bollente per soli 3 minuti per ottenere un albume solido e un tuorlo liquido) e le uova sode (10 minuti in acqua bollente per un risultato perfetto).

Un’opzione ancora più leggera è rappresentata dal solo albume, povero di grassi ma ricchissimo di proteine (11 g di proteine ogni 100 g di uovo), ideale per preparare omelette e pancake.

Le uova, abbinate alla verdura e a una piccola porzione di cereali integrali, possono diventare l’ingrediente principale di un pasto leggero, saziante e dal carico glicemico non elevato, fondamentale per non variare in modo brusco il livello di zuccheri nel sangue e per evitare la comparsa di attacchi di fame, che vanificherebbero l’impegno.

Come contorno di uova alla coque o sode o in aggiunta al solo albume per un’omelette gustosa, sedano e finocchi possono aiutare contro il gonfiore grazie alle loro proprietà carminative, mentre i carciofi sono ideali in una dieta depurativa in quanto contengono un composto chiamato cinarina, che aiuta l’attività del fegato, stimolando la secrezione biliare.

Inoltre, sono ricchi di inulina, una fibra prebiotica che serve da nutrimento per i batteri “buoni” che popolano il nostro intestino.

Amico del fegato è anche il radicchio, ricco di principi amari (glucosidi) che, unitamente all’acido dicaffeil-tartarico, attivano la funzionalità epatica e agiscono sulla vescica biliare favorendone la contrazione e lo svuotamento.

A completare il pasto, una fetta di pane integrale, come per esempio quello di segale, più ricco di fibre e dall’indice glicemico più basso rispetto al pane bianco.

Per un’alimentazione sana ed equilibrata sono poche, ma fondamentali, le regole da seguire: privilegiare alimenti ricchi di proteine, come appunto le uova ma anche carni bianche, pesce, latticini e legumi, accompagnandoli con verdura (dall’alto contenuto di fibre, vitamine e sali minerali) e cereali integrali; consumare frutta, per contribuire al bilancio idrico e all’apporto di minerali importanti come il potassio; non eccedere con i condimenti grassi, preferendo l’olio extravergine di oliva, e ridurre al minimo salumi e insaccati. Infine, per favorire il drenaggio dei liquidi, è fondamentale ricordarsi di bere molta acqua (mediamente 1,5-2 l al giorno), anche sotto forma di tè e tisane non zuccherate.

Non bisogna farsi abbindolare dalle fantasiose promesse delle diete “detox”, che millantano una perdita di peso ingente e in pochissimo tempo: spesso sono sbilanciate e assolutamente dannose per l’organismo”, commenta la Dott.ssa Martina Donegani, biologa nutrizionista.

Per aiutare davvero l’organismo a funzionare al meglio e rimettersi un po’ in forma dopo gli eccessi, la strategia migliore è quella di seguire una dieta varia e bilanciata, che comprenda tutti i nutrienti, con l’accortezza di ridurre un po’ le porzioni rispetto a quelle abituali. Alimenti ricchi di proteine come uova, carni bianche, pesce, latticini e legumi sono essenziali per il ricambio dei tessuti e per mantenere la tonicità muscolare. In particolare, le uova, soprattutto se cotte senza l’aggiunta di grassi, sono perfette per un pasto leggero, saziante e ricco di proteine della migliore qualità”.

EGG TIPS BY EUROVO:

I SEGRETI PER PREPARARE LE PIÙ FAMOSE RICETTE A BASE DI UOVA

 

Uova alla coque:

Utilizzate sempre uova a temperatura ambiente, per evitare shock termici che provocherebbero crepe nel guscio.
Acqua fredda o calda? Non importa, la temperatura non comprometterà il risultato, modificherà solo i tempi di cottura
Tempi di cottura: 3 minuti a fiamma bassa, per ottenere un tuorlo liquido, se si immergono le uova quando l’acqua sta già bollendo; se si immergono quando l’acqua è ancora fredda, basterà un minuto e mezzo di cottura dal primo bollore.
Una volta cotto, sciacquatelo sotto l’acqua fredda e collocatelo con la punta in giù nel portauovo, prima di rompere il guscio e di gustarlo!

Uova sode:

Posizionate le uova a temperatura ambiente in un pentolino e copritele con acqua fredda.
Non appena l’acqua inizierà a bollire, contate esattamente 10 minuti: è il tempo perfetto per realizzare uova sode a regola d’arte.
Una volta cotte, sciacquate per qualche secondo in acqua fredda, in modo da rimuovere il guscio più facilmente.

Omelette:

Per una ricetta leggera e veloce scegliete l’albume in bottiglia, facile da usare e senza sprechi.
Sbattete l’albume in una ciotola, aiutandovi con una frusta o una forchetta, aggiungendo della verdura e spezie e piacere.
Versate il contenuto nella padella e mantenete la fiamma vivace fino a formare una crosticina sulla base, quindi coprite la padella con il coperchio e terminate la cottura a fiamma molto dolce per 3-4 minuti.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here