Importante per la nostra alimentazione, la patata non ha solo interessanti valori nutrizionali ma possiamo considerarla anche medicinale, cosmetico e smacchiatore.

Se l’applichiamo cruda sopra una scottatura per 15-20 minuti, lenisce il dolore. Con lo stesso sistema toglie il fastidio e il rossore delle punture di zanzare. Sempre cruda, combatte la nausea in gravidanza: basta masticarne un pezzetto.

Piedi stanchi? Basta immergerli nell’acqua tiepida di cottura delle patate per 10-15 minuti, saranno leggeri come nuvole.

Chi soffre di sudorazione eccessiva può risolvere il problema dei cattivi odori strofinando una mezza patata cruda sotto le ascelle.

Tosse stizzosa e secca? Basta un decotto di foglie fresche (20 grammi) in un litro d’acqua, con aggiunta di miele e via.

E se bruciano gli occhi, 3 fette di patata cruda su ogni occhio, fissarle con una benda di cotone e lasciare agire per 20 minuti.

Efficace anche contro le nevralgie, applicandola cotta al forno e ben calda sulla parte dolorante (guancia, collo, etc.), mantenerla ferma con una benda di cotone e lasciare agire per 15 minuti.

È anche un valido smacchiatore: per le macchie di spinaci, si strofina cruda sulla stoffa. Per le macchie di grasso serve invece la fecola che lo assorbe. Gli aloni lucidi che a volte appaiono sul tessuto quando si stira, possono essere eliminati strofinandoci sopra un pezzetto di patata.

Argento scurito? Basta immergerlo nell’acqua di cottura delle patate.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here