In Puglia i centri commerciali Mongolfiera mirano a diventare un “brand verde”

0
345

BARI. Il progetto “Differenziamoci” nato dalla consolidata collaborazione tra i centri commerciali Mongolfiera e Legambiente Puglia mira a sensibilizzare i clienti e gli operatori dei centri commerciali, sulle tematiche del riciclo, del turismo sostenibile, sulla salvaguardia degli spazi verdi e delle risorse ambientali del territorio ma anche a realizzare interventi strutturali sul territorio.

 

Il Progetto è al contempo la filosofia etica aziendale con cui dal 2009, il Gruppo Mongolfiera s’impegna, grazie all’ausilio di Legambiente, a diventare un ‘brand verde’ per la tutela dell’ambiente e punto di riferimento per il territorio.

 

I centri commerciali coinvolti nell’iniziativa sono: Bari Santa Caterina e Japigia, Andria, Barletta, Foggia, Taranto e Lecce.

 

Tantissime le attività svolte durante l’iniziativa: si va dalla raccolta differenziata, alle ciclo- passeggiate, dal recupero di aree verdi, fino a laboratori creativi, tutte basate sulla filosofia delle 4R: RICICLO, RIUSO, RIDUCO, RECUPERO.

 

L’iniziativa, le attività già realizzate e quelle in programmazione sono state presentate questa mattina in conferenza stampa da Francesco Tarantini, Presidente Legambiente Puglia, Lorenzo Nicastro, Assessore alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia, Annalisa Evangelista, Direttore Centri Commerciali Mongolfiera Bari (Santa Caterina e  Japigia) Marino Spilotros, Presidente  Legambiente Circolo di Bari.

 

“Con Differenziamoci – dichiara Francesco Tarantini – continua l’impegno di Legambiente sul fronte della raccolta differenziata, l’energia e la difesa dell’ambiente, partendo proprio dai luoghi di condivisione e di vita sociale, ovvero i centri della grande distribuzione”.

 

Il progetto si snoda tra numerose azioni a livello locale, ed in particolare: il recupero del Giardino Mediterraneo ad Andria, il ripristino della pista ciclabile nella zona umida di Ariscianne a Barletta, la costruzione di una nuova vasca di degenza nel centro di recupero Tartanet di Manfredonia, l´acquisto di 20 biciclette per il Bike- Sharing di Gallipoli.

 

A Bari non sono mancate le iniziative durante la bella stagione: nel mese di luglio infatti, la spiaggia di Torre Quetta ha ospitato il circolo di Legambiente Bari per una giornata all’insegna del riuso e riciclo. Il programma per l’incentivazione della raccolta differenziata in spiaggia ha previsto una mostra mercato di artigiani che hanno esposto manufatti in materiale di risulta, la presenza del Cam dell’AMIU dove è stato possibile conferire i rifiuti e una festa finale a cui ha partecipato anche l’equipaggio di Goletta Verde che ha fatto tappa a Bari.

 

Parallelamente agli interventi sul territorio, il progetto “Differenziamoci” prevede attività di sensibilizzazione di adulti e bambini su tematiche quali il connubio Sport e Ambiente, la Biodiversità marina e l’importanza del riciclo, attraverso una serie di laboratori ed il convegno che si affiancherà alla competizione di Coastal Rowing organizzata da l C.u.s. nel mese di Ottobre.

 

“Questo progetto è simbolicamente molto importante- dichiara l’Assessore Regionale alla Qualità dell’Ambiente, Lorenzo Nicastro – il rifiuto, infatti, oltre ad essere una ricchezza in sé, è anche indice di ricchezza per i territori. Esso si sviluppa e si svolge inoltre nei luoghi che producono ricchezza, ovvero i centri della grande distribuzione, coinvolgendo principalmente la popolazione più giovane e che consuma. Grazie a queste iniziative è possibile mettere a loro disposizione un importante armamentario didattico e formativo”.

 

Nell’ambito del progetto “Differenziamoci” infatti, i centri commerciali Mongolfiera di Foggia, Bari Santa Caterina e Japigia, Andria, Barletta, Taranto e Surbo, hanno inoltre indetto il concorso di idee ‘DISEGNA: DIAMO SPAZIO ALLE TUE IDEE’, rivolto agli alunni delle scuole elementari e medie del territorio.

 

Obiettivo del concorso è rinnovare le ‘ISOLE ECOLOGICHE’ installate nei centri commerciali e realizzate completamente con materiali riciclati. All’interno di queste isole si realizzano laboratori ludici sul riuso e promozione della sostenibilità ambientale. Scopo del concorso è appunto coinvolgere i più piccoli per rinnovare questi luoghi di incontro e aggregazione sociale: le scuole potranno dunque presentare un progetto da realizzarsi esclusivamente con materiale riciclato, che sostituisca le attuali isole ecologiche o le integri con nuovi elementi.

*Termine ultimo per la presentazione dei progetti: 15 maggio 2012. Regolamento completo su www.centromongolfiera.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here