Il Festival delle Porchette d’Italia. Un cibo da strada vero cult della tradizione italiana…

0
255

GUALDA CATTANEO (PG). Sarà il suggestivo borgo umbro di San Terenziano ad ospitare “PorchetTiamo” il Festival delle porchette d’Italia, giunto quest’anno alla sua quarta edizione e che partirà oggi per concludersi il 20 maggio. Ancora una volta, quindi, la “porchetta”, questo straordinario “cibo di strada” sarà protagonista per tre giorni attraverso degustazioni, abbinamenti, esposizioni, approfondimenti, visite al territorio.

Tra le piazze e le strade di San Terenziano, suggestivo borgo immerso nel verde nei pressi di Gualdo Cattaneo in provincia di Perugia, saranno di scena le migliori espressioni del Paese di uno dei cibi più gustosi, antichi e popolari.

E in “Piazza della porchetta” ogni regione, ogni città ed ogni paese della “porchetta” avrà la sua area dedicata, allestita con piccoli angoli di ristoro per il consumo dei panini, e potrà presentare le caratteristiche del proprio prodotto per permettere al pubblico di scegliere tra le diverse tipologie esistenti, che si differenziano da luogo a luogo per sapore, aromi e spesso anche cottura.

Novità di quest’anno è l’inaugurazione di un gemellaggio che porterà ogni anno a PorchetTiamo la prelibatezza di una città ospite. Quest’anno è la volta di Firenze e del mitico panino con il “lampredotto”, e ad uno dei trippai toscani che meglio lo interpretano: Luca Cai.

Ma non è tutto qui: i porchettai di Grutti realizzeranno il celebre”cicotto”, stinco di maiale che la tradizione di questa terra vuole spesso prodotto insieme alla porchetta.

L’Enoteca della Strada del Sagrantino sarà il punto di degustazione dei vini del territorio per un abbinamento a tutto gusto, che non mancherà di ricreare, in chiave elegante e contemporanea, la suggestiva atmosfera delle antiche “fraschette”, luoghi privilegiati per il consumo di vino e porchetta. E per gli amanti della birra, sarà presente la “birroteca”, punto di assaggio e di vendita delle migliori birre artigianali italiane selezionate e presentate per l’occasione.

Insomma, “PorchetTiamo” è un’ottima occasione per andare in Umbria, “il cuore verde d’Italia”. Quella che l’Umbria impartisce ai suoi visitatori è una lezione di atmosfera, una lezione di amore per la natura. E qui l’ospite rallegrato dalla salubrità dell’aria, dalla festosità della terra che si esprime nei celebri e deliziosi vini nonché nel profumato olio d’oliva, trova accanto a mete gastronomiche famose per ogni ghiotta esigenza, la ridente quiete di un paesaggio che ricrea e tonifica lo spirito, in serenità di spazi, di luci, di colori, in accogliente e cordiale ospitalità.

 

Angelo Lo Rizzo

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here