I “piantagrani” ci piacciono. Ecco la storia della capostipite…

0
1044

LOREDANA PARISI light44 anni, mamma con in tasca il sogno di diventare contadina. Una storia di rinnovamento e di apertura all’istintivo ritorno alla terra quella di Loredana Parisi, dopo oltre 15 anni trascorsi in aziende di comunicazione e formazione.

La vera spinta è arrivata dopo il ridimensionamento dell’ultima realtà nella quale ha lavorato per oltre dieci anni, per via del taglio da parte della multinazionale della quale faceva parte.
Niente di particolarmente “strano” se non fosse per il fatto che Loredana ha deciso che la sua strada è fatta di natura e agricoltura sostenibile, di territorio, di riscoperta delle tradizioni in chiave innovativa.

Il suo è un vero e profondo cambiamento personale oltre che professionale: una trasformazione nei propri valori e nello stile di vita.
Così è nato un blog (www.storiedipiantagrani.blog) per raccontare la sua storia e quella di altri imprenditori, spesso eccellenti, molto spesso nascosti: imprenditori a cui ispirarsi.
Il PiantaGrani infatti è una tipologia di imprenditore, che costruisce con idee, intuizione e passione. Il PiantaGrani produce valore tenacemente, anche in condizioni avverse.
Loredana nel blog racconta la storia di un campo di grani antichi: tre varietà autoctone dell’Alta Valle del Sele, seminati a dicembre 2016 su 3 ettari a Palomonte, in provincia di Salerno.
L’obiettivo del progetto è di sperimentare la resa del grano antico (non trattato con diserbanti e concimi) in territori dai quali tali varietà sono scomparse da decenni e ricavarne farine pregiate, sia di varietà dure (Saragolle lucane e Senatore Cappelli) sia di una varietà tenera (Risciola).
Il progetto si concretizzerà infine con la realizzazione di un pane tradizionale e di altri prodotti da forno.

GRANO MANI light

“Sono le storie dei miei nonni e delle generazioni che mi hanno preceduto, ad avermi ispirato il progetto. Il pane per me è fatto di quella poesia che mi tiene con i piedi ben piantati per terra: so bene di essere solo all’inizio di un percorso molto impegnativo. Ho scelto di raccontare la mia storia e quella del mio grano, perché osservare la natura è come fare un percorso un percorso formativo di sviluppo personale: ti aiuta a comprendere come dal poco, attraverso l’amore, la forza e la cura, si può arrivare a crescere in bellezza e sviluppo di ogni potenziale”, racconta l’aspirante contadina.
Il blog racconta inoltre le storie di imprenditori del territorio: artigiani, piccoli produttori, aziende di piccole dimensioni, associazioni ed esperienze virtuose e interessanti. Si scovano storie di eccellenza e si portano alla luce: per proporre modelli e esempi ai quali ispirarsi, per valorizzare tante realtà nascoste, per creare sinergie. 
Storie di PiantaGrani è il luogo per chi ama le storie di tenacia e sentimento, di quelle che si costruiscono dal seme in poi. Le storie del mio blog (mi dicono) piacciono a chi intende costruire un progetto e ha bisogno di ispirazione ed esempi virtuosi; sono gradite a chi aspira a vivere e mangiare bene, circondato di bellezza e armonia. E’ bello inoltre da seguire per chi vorrà assaggiare il buon pane che presto sarà realizzato con le farine dei primi grani antichi dell’Alta Valle del Sele”.

Ebbene, anche Rosmarinonews.it si è appassionato a queste storie e le riproporrà man mano anche sulle sue pagine.

Per ora andatelo a scoprire…in attesa di leggerlo nelle pagine di rimando che uniscono ed uniranno idealmente tutti coloro i quali hanno a cuore innanzitutto Madre Terra.

Buona lettura

www.storiedipiantagrani.blog

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here