GREEN-ECONOMY: nascono un giornale ed un progetto di monitoraggioA firmarlo due società: Medicert e Mirycae

0
308

SALERNO. Un osservatorio sul mondo del biologico ed un progetto di monitoraggio sulla filiera agroalimentare in provincia di Salerno: sono queste le importanti novità emerse nel corso dell’incontro-dibattito, svoltosi lo scorso 4 marzo presso la sala convegni del Mediterranea Hotel, dal tema “Nuovi stili di vita” – Idee e progetti per comunicare in “verde”.

L’appuntamento con il mondo del biologico e delle politiche di sviluppo eco-sostenibili è stato organizzato da Medicert srl e da Mirycae srl ed ha visto la partecipazione di numerosi addetti ai lavori, nonché l’intervento dell’assessore provinciale all’Agricoltura Mario Miano, degli assessori comunali all’Annona Alfonso Buonaiuto ed alle Politiche Ambientali Gerardo Calabrese, oltre al presidente del Gruppo Alimentare di Confindustria Salerno Francesco Senesi.

Medicert srl e Mirycae srl – le due società promotrici dell’incontro – hanno confermato l’avvio delle procedure tecniche per l’istituzione di un osservatorio provinciale sul mondo della comunicazione relativa alle produzioni certificate e biologiche in provincia di Salerno, nonché la stesura di un progetto di monitoraggio semestrale sulle dinamiche economiche dell’intero mondo bio provinciale, con particolare riferimento alla filiera agroalimentare.

Dopo l’introduzione di Giuliano D’Antonio, Direttore Generale di Medicert Srl, si sono registrati gli interventi del Presidente Nazionale Icea Gaetano Paparella, del giornalista Giuseppe Iannicelli, del Vice Presidente del Consiglio Nazionale degli Agronomi Rosanna Zari e del Responsabile Relazioni Internazionali Unaga Antonio Brunori.

Il direttore generale di Medicert Srl Giuliano D’Antonio ha così introdotto l’incontro: “ C’era bisogno di uno spazio al servizio del mondo dei produttori, delle imprese e dei tecnici impegnati nella greeneconomy. Abbiamo avvertito questa necessità ed abbiamo deciso di crearlo, utilizzando i moderni strumenti di comunicazione. Ecco cosa ci ha spinto a realizzare EcoBioNews. L’iniziativa nasce nel solco di un ampio progetto di divulgazione che mira a diffondere la cultura della green economy in tutti i suoi settori e ovviamente anche attraverso eventi come quello di oggi”.

L’intervento del presidente nazionale Icea Gaetano Paparella è stato incentrato sul fondamento che cambiare stile di vita rappresenti una grande occasione di sviluppo: “ La comunicazione verde si occupa di problematiche globali e di dimensione pubblica anche se intende promuovere stili di vita diversi all’interno della propria dimensione privata e locale; per questo possono trovare successo l’utilizzo dei nuovi strumenti del web come i social network, che pur coinvolgendo singoli individui alle prese con la propria quotidianità, ne amplificano la valenza pubblica e quindi generale. Il Sud – dove le relazioni sociali sono sempre state molto forti anche se poco efficaci

per il prevalere della logica di "clan" rispetto alla dimensione pubblica e collettiva del bene comune – vive la possibilità di essere protagonista di una nuova rivoluzione "verde" perché meglio in grado

di valorizzare alcuni elementi della propria struttura produttiva che, forse perché poco intensiva e concentrata,più facilmente può adattarsi alla nuova domanda di efficienza ambientale che è richiesta a livello globale.

In occasione dell’incontro è stata anche presentata la versione cartacea del periodico EcoBioNews, interamente dedicato al mondo del biologico e delle politiche ecosostenibili. Nel primo numero del periodico in edizione cartacea i lettori potranno trovare l’intervista – in esclusiva per EcoBionews – del presidente nazionale di Icea Gaetano Paparella, i dati dell’outlook di Ismea sulla filiera agroalimentare, la presentazione del programma di intervento Ifoam e i dati 2010 sui consumi biologici in Italia.

Eco Bio News – newsletter in formato digitale e cartaceo –  nasce nel solco di un ampio progetto di divulgazione che mira a diffondere la cultura della “green economy” in tutti i suoi settori: dalle produzioni agricole biologiche al turismo ecosostenibile, dalle politiche energetiche al mercato enogastronomico di qualità bio. Si punta a raggiungere tale obiettivo attraverso le uscite mensili della newsletter a cui si aggiunge la realizzazione di numeri speciali e supplementi dedicati a particolari eventi, come la convegnistica di settore, le fiere e le mostre mercato, riservando particolare attenzione alle nuove tendenze della economia ecosostenibile. I numeri della pubblicazione sono visibili sul sito www.ecobionews.eu.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here