Grandi menù a piccoli prezzi. Al Birichin è in scena La vita del gambero con la birra

0
264

TORINO. Proseguono al Birichin di Nicola Batavia le cene Low Cost, nate con l’intento di seguire la nuova tendenza della ristorazione italiana partita da oltremanica. Grandi menu a piccoli prezzi, mantenendo l’attenzione al gusto e alle materie prime. E così tutti i venerdì di marzo il Birichin propone menu degustazione da 80,00 euro scontati a 40,00.

Questo il menu della cena Low Cost del 9 marzo "La vita del gambero con la birra" che sarà proposto in contemporanea anche negli altri locali gestiti da Batavia, "Casa Batavia" a Londra, La "Kava" di Bergeggi (Sv), "La Scuderia" a Casablanca:

Focaccia ed alici nello zenzero; Tortino di gamberi e gamberi marinati, caponatina di melanzane e mozzarella di bufala; Risotto bianco-nero con gamberi rossi, erba cipollina, lime e foie gras; La seppia ripiena di mezzancolle su cime di rapa al salto di gamberi e chilly; Granita di melone e vodka; Piccolo tiramisu di ricotta; Piccole sorprese, bugie e candies; Caffè Lavazza Intenso; Pane e grissini di mamma Maria; Olio Batavia.

Accompagneranno la serata le birre dell’Azienda Croce di Malto di Trecate (No) tra cui: Hauria, Triticum, Temporis, Magnus e la Triplexxx che ha vinto la medaglia di platino al Mondiale de la Bière di Strasburgo.

I prossimi appuntamenti con le cene Low Cost saranno: venerdì 16 marzo "Il pesce del Mediterraneo con i suoi vini. Un incontro tra Campania e Sicilia"; venerdì 23 marzo "Racconti d’amore e amplessi: cibo e Grignolino"; venerdì 30 marzo il Nord sposa il Sud.

 

> La tendenza delle cene Low Cost arriva da Londra dove la proposta dei "lunch offer" da parte di locali stellati e non solo è ormai all’ordine del giorno (la pratica anche Lansbury, tra i 50 Best Restaurant di San Pellegrino). Curiosità e ricercatezza spingono le persone a prendere parte a dei veri e propri "saldi del cibo" in cui l’offerta è la medesima di un pranzo normale ma ribassata del 50 per cento.

 

*Chef eclettico e originale Nicola Batavia negli anni ha meritato e poi rifiutato la Stella Michelin. Non ama la routine e nella città della Mole studia, sperimenta, crea per poi esportare le sue competenze e conoscenze anche all’estero dove ama parlare e far parlare del Made in Italy. La sua cucina viaggia in una fusion esclusivamente italiana, tra piatti super tradizionali piemontesi e ricerche di ingredienti introvabili tra il nord ed il sud del paese. Ama i profumi del Mediterraneo e ne fa uso consueto nei piatti che prepara. Nicola Batavia è anche conosciuto come chef olimpico per le sue esperienze come chef alla Nike Vip House di Torino 2006, Beijing 2008 e presto Londra 2012.

 

Aperto nel 1994 il Birichin si presenta con una cucina a vista, segno che qui qualità, professionalità e trasparenza sono di casa. Tre sale arredate con stile, le opere di Mr. Linea create da Osvaldo Cavaldoli alle pareti, un piccolo spazio con alcuni divani all’ingresso contribuiscono a far capire che qui ci si sente a casa. E come a casa tutte le mattine pane, pasta e grissini sono preparati a mano da mamma Maria, anima del locale e della cucina insieme a Nicola.

Per maggiori informazioni www.birichin.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here