Fiano di Avellino, areale di Lapìo. Stasera una degustazione imperdibile

0
319

DEG FIANOLAPIO (AV). Oggi, presso la Sala Consiliare del Comune di Lapìo, alle ore 19,00, si svolgerà la degustazione a tema “Il Fiano di Avellino 2012 secondo l’areale di Lapìo” organizzato dalla Pro Loco di Lapìo, dalla Condotta Slow Food Colline dell’Ufita e Taurasi, guidata da Antonio Ferrante e da Luciano Pignataro Wine Blog.
La Tenuta Scuotto, che si trova in contrada Campomarino, nel cuore di Lapìo, partecipa con il Fiano di Avellino docg 2012, quello attualmente in commercio, secondo la filosofia della cantina e del consulente enologo Angelo Valentino, i vini escono sul mercato almeno un anno dopo la vendemmia.

L’annata 2012 ha avuto un andamento molto caldo, tendente al siccitoso; si sono registrate piogge all’ inizio di agosto e settembre che hanno agevolato la maturazione, portando ad un anticipo della vendemmia intorno al 20 ottobre, (due settimane prima rispetto alla 2011). Il fiano 2012 si presenta più complesso dal punto di vista organolettico e al tempo stesso più ‘rotondo’, poiché la concentrazione del glicerolo è maggiore rispetto al 2011. Le vigne si trovano intorno alla cantina a circa 480 mt. slm. La vinificazione avviene con pressatura soffice e decantazione statica che precedono l’inizio della fermentazione a temperatura controllata di circa 12°. Al termine della fermentazione il vino rimane a contatto con le fecce fini per circa due mesi e affina in bottiglia per ulteriori sei mesi. Il bicchiere si presenta giallo oro vivace e di notevole consistenza (13,5% alcol). Al naso il vino si offre particolarmente fruttato e floreale con intensi rimandi di albicocca secca, ginestra, magnolia, un tocco esotico e note tostate. Al palato ritornano le sensazioni olfattive che si dispiegano con decise freschezza e sapidità, corredate da una persistenza aromatica molto intensa. Il vino si presta ad essere abbinato alla nostra cucina di mare, alle fritture, alle carni bianche alla griglia e perché no? Alla mozzarella di bufala della Piana di Paestum. La beva, sostenuta da freschezza e prorompente mineralità è molto piacevole e il rapporto prezzo qualità assolutamente equo:15,00 € in enoteca. Un’ottima annata.

La degustazione si terrà nella Sala Consiliare del Comune di Lapìo, oltre a Tenuta Scuotto, parteciperanno altre sette aziende di alto livello storico e espressivo dell’areale di Lapìo: Colli di Lapio, De Maria, Feudo Apiano, Filadoro, Nicola Romano, Rocca del Principe.

La quota di partecipazione è di € 10,00 per i soci Slow Food e € 15,00 per i non soci.

Prenotazioni: info@cajac.it; tel. 377.7089231

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here