Emergenza Coronavirus. Gli italiani non rinunciano al vino, ecco qualche consiglio da GDO

0
479

In questi giorni in cui ci ritroviamo tutti costretti tra le mura domestiche per contrastare la situazione emergenziale del Covid 19, le statistiche dimostrano che le nostre città non rinunciano ad un buon calice di vino o ad un piacevole aperitivo nella propria dimora.

E’ quanto emerge dall’indagine di Tannico (enoteca online che offre oltre 16mila etichette da 2.500 cantine italiane), nonché da Winelivery, l’App per bere, nata a Milano nel 2016 per consegnare vino ed altre bevande a domicilio che ha registrato +25% generale nelle vendite con un +50% nelle città del nord (Milano, Torino, Bologna).

Ma quali sono i vini ideali da degustare in casa con i propri cari o, perché no, in video-aperitivi con i nostri amici winelovers?

Opterei per etichette di facile reperibilità, con un costo relativamente contenuto, ma soprattutto dei calici versatili e con un gradazione alcolica non troppo elevata. Date le temperature in rialzo, potrebbe essere il momento ideale per vini freschi, fruttati e di pronta beva, e che siano bianchi, rossi o rosati poco importa: ciò che conta è scegliere quello giusto.
La nonna, o qualche altro familiare non proprio addentro al mondo di Bacco, potrebbe gradire un Traminer Aromatico (altrimenti detto Gewurztraminer) per i suoi intensi profumi, acidità non spiccata e tendenza dolce.
Nel caso in cui si preferisca un rosso fermo potremmo prediligere quelli non troppo strutturati, e non troppo aggressivi. Un Pinot Nero dell’Alto Adige potrebbe essere l’ideale per un pasto di mare; un Aglianico del Taburno Docg dal carattere asciutto, minerale, sapido e giustamente tannico, sarebbe perfetto in accompagnamento ad un ragù domenicale.
Se invece vogliamo rendere l’atmosfera ancora più briosa potremmo scegliere uno Spumante secco, come un Franciacorta Docg o Trento doc, da abbinare alle nostre pizze fatte in casa. Non disdegnerei un buon Lambrusco di Sorbara, magari in metodo champenoise, per accompagnare simpatici aperitivi homemade.

Ecco qualche etichetta da provare…

Vi lascio un personale suggerimento di alcune etichette, facilmente reperibili anche nei supermercati, che rispondono all’identikit del vino ideale con cui poter accompagnare queste giornate:
Il Patto, Aglianico del Vulture DOC di Cantine del Notaio: un vino equilibrato, con una tannicità gradevole, e piacevolissimi sentori di ciliegia, prugna matura e accenni di speziatura.
Greco di Tufo ‘Terrantica – Etichetta Nera’ della Cantina I Favati: un bianco campano con note agrumate e floreali. Leggero all’assaggio, fresco ed invitante grazie alla sua piacevole sapidità.
Costa d’Amalfi Bianco, di Marisa Cuomo: regala sorsi freschi, sapidi e piacevoli note minerali. Uno dei vini che rappresenta al meglio il panorama enologico campano, espressione del fascino e della bellezza della Costiera amalfitana.
Bolgheri Rosso DOC “Il Bruciato” di Antinori: un vino morbido, elegante nel gusto e nei profumi, con tannini setosi e note fruttate dolci
Lambrusco di Sorbara Frizzante Secco DOC “Omaggio a Gino Friedmann” , Cantina di Sorbara: un vino vivace, fruttato, ben equilibrato dall’acidità e dalla sapidità finale.
Alto Adige Gewürztraminer DOC di Elena Walch: un vino fresco, dalle decise note floreali e fruttate, e di buona persistenza aromatica.
Valpolicella Ripasso Classico Superiore DOC di Dolce Vera: un vino connotato da un bouquet olfattivo che richiama note fruttate di ciliegia e amarena, e speziature di vaniglia e pepe nero. Un Ripasso ben bilanciato e armonico, che saprà deliziarvi con una bevuta gentile e mai scortese.
Prosit!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here