DOLCEZZE. I ravioli dolci

0
210

I ravioli costituiscono uno dei piatti tipici della cucina italiana, e ogni regione ha la sua specialità: i ravioli ricotta e spinaci del Lazio e delle Marche, il tortello toscano, gli agnolotti piemontesi, i marubini nel cremonese, i ravioli dolci (serviti con il sugo, come primo piatto) in Abruzzo o i ravioli di ricotta sardi, aromatizzati con buccia di limone grattugiata. Ce n’è davvero per tutti i gusti.

Ma c’è chi, in questo mix di tradizioni e culture diverse, i ravioli li preferisce dolci, ovvero serviti come vero e proprio dessert.

Anche i ravioli dolci hanno varie sfumature e differenze tra una regione d’Italia e l’altra (nel ripieno, nel metodo di cottura, nel periodo dell’anno in cui si suole prepararli), ma dopotutto si tratta sempre di croccanti scrigni di pasta fritta, ricoperti di una spolverata di zucchero a velo, e contenenti un goloso ripieno a base di ricotta, di crema al cioccolato o di confettura di frutta.

La pasta dei ravioli dolci ha molto spesso una consistenza simile a quella delle chiacchiere (o frappe, bugie, crostoli, cenci o lattughe, che dir si voglia): vengono infatti preparati e consumati durante la festività del Carnevale.

La ricetta tradizionale, semplice e alla portata di tutti, prevede la frittura, ma è possibile cucinarli anche in forno, per una versione un po’ meno calorica, meno croccante e friabile. È possibile, inoltre, sperimentare molte altre varianti: noi vi proponiamo anche una videoricetta in cui prepariamo i ravioli dolci insieme a Michele Croccia!

Ingredienti
per 25 ravioli:

  • 300 gr di farina 00
  • 60 gr di zucchero
  • 50 gr di burro
  • 2 uova
  • 3 cucchiai di liquore a base di erbe o limoncello
  • 1 cucchiaio di essenza di vaniglia
  • buccia di limone

per il ripieno:

  • 300 gr di ricotta
  • 70 gr di zucchero
  • 100 gr di gocce di cioccolato
  • zucchero a velo
  • olio per friggere (olio di semi di girasole o olio di arachidi) q.b.

Preparazione

Per prima cosa, mettete la ricotta su un panno pulito e lasciatela sgocciolare, in modo che perda il siero in eccesso (potete utilizzare anche uno scolapasta).

Per preparare i ravioli dolci, si inizia dalla sfoglia che racchiude il ripieno, simile a quella delle chiacchiere di Carnevale. Versate la farina in una ciotola capiente e unite le uova ben sbattute, il burro ammorbidito e tagliato a tocchetti e lo zucchero. Mescolate ed amalgamate bene tutti gli ingredienti così da sciogliere lo zucchero ed eventuali grumi.

Grattugiate la buccia del limone, cercando di evitare la parte bianca amara, e unitela all’impasto. Infine versate nella ciotola il liquore e l’essenza di vaniglia e mescolate. Lavorate l’impasto fino a renderlo liscio e omogeneo, morbido ma non appiccicoso. Copritelo con la pellicola e tenetelo da parte.

Passate ora al ripieno: per prepararlo occorre semplicemente che mescoliate in una ciotola la ricotta ben asciutta insieme allo zucchero semolato e alle gocce di cioccolato.

Quando la pasta per la sfoglia avrà riposato a sufficienza, stendetela con un matterello su una spianatoia leggermente infarinata, fino ad ottenere una sottile sfoglia di circa un millimetro di spessore: cercate di ottenere due quadrati o due rettangoli di pasta di dimensioni simili.

Adagiate un cucchiaino di impasto a distanza di qualche centimetro l’uno dall’altro su una delle due sfoglie, poi adagiate sopra l’altra sfoglia a chiudere i ravioli. Con le dita, premete intorno al punto in cui avete posizionato il ripieno avendo cura di far uscire bene l’aria dal raviolo.

Utilizzate infine una rotella tagliapasta festonata per dividere i ravioli l’uno dall’altro, ritagliando dei quadratini di circa 3-4 centimetri di lato.

Riscaldate l’olio a 170°C e immergete i ravioli nell’olio bollente, cuocendoli pochi per volta. Dopo un paio di minuti o appena saranno ben dorati su entrambi i lati, tirateli fuori dall’olio con una schiumarola e adagiateli su un foglio di carta assorbente da cucina. Lasciateli intiepidire e poi spolverizzateli con lo zucchero a velo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here