Consigli anti-spreco. Ricompattiamo una terra o una cipria rotta, si può!

0
791

TERRA RICOMPATTATASalve biottine,

oggi vi racconto di un mio piccolo esperimento (per la serie “la necessità aguzza l’ingegno”), ovvero come ricompattare una terra rotta.

Il giorno di Capodanno, prestando la mia amatissima terra minerale ad un’amica è caduta e si è rotta in mille pezzi!

Così l’ho raccolta e ho cercato di chiudere bene l’astuccio per evitare che fuoriuscisse tutto.

Tornando a casa ho fatto un po’ di ricerche e ho scoperto che era semplicissimo ricompattare una terra rotta, e che lo stesso procedimento poteva essere usato per ricompattare anche ciprie, ombretti, fard, insomma tutte le polveri compatte.

La prima cosa da fare è togliere la cipria dalla cialdina e controllare se si è staccato anche lei dal contenitore. Se così dovesse essere basterà un po’ di colla a caldo per sistemarla nuovamente nel suo astuccio contenitore.

INGREDIENTIMa ecco di cosa abbiamo bisogno…
INGREDIENTI:

  • Alcool etilico, senza profumazione
  • Spatolina in legno o limetta o cucchiaino (insomma qualcosa che userete per compattare)
  • Contenitore

PROCEDIMENTO:

Il procedimento è veramente molto semplice e il tutto durerà circa 10 minuti.

Cominciamo dallo sminuzzare completamente la terra, dobbiamo ridurla in una polvere sottile. Per fare ciò possiamo aiutarci con una lima, un bastoncino o ciò che ci è più comodo.

A questo punto aggiungiamo l’alcool un po’ alla volta e giriamo il composto. Non preoccupatevi di quanto alcool metterete – una volta asciugata la terra – evaporerà.

RICOMPATTIAMOCi vorrà circa una notte o al massimo un giorno (dipende da quanta umidità c’è nell’aria).

Ovviamente non mi sono accontentata di ricompattare la mia terra. Ho voluto strafare e ho utilizzato la metà vuota della cialdina.

Come? Ho compattato il mio fondo minerale che solitamente uso come illuminante. Il procedimento è lo stesso!

Io sono rimasta molto soddisfatta del mio esperimento.

Il fondotinta minerale non si è ricompattato benissimo ma per il momento regge e questo per me è già un grande risultato.
Cosa ne dite voi?

Sabina Giannatiempo
blogger di Parentesi Bio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here