Codacons: per il cenone spenderemo 33 euro a testa, aumenti medi del 5%

0
303

Il cenone in attesa del Capodanno sarà all’insegna della tradizione, e sulle tavole degli italiani non mancheranno cotechini, zamponi, lenticchie e spumante. Lo afferma il Codacons, che tuttavia segnala aumenti nei prezzi dei prodotti alimentari classici di San Silvestro.

Il cenone di Capodanno vedrà lievitare le spese delle famiglie mediamente del 5% – spiega l’associazione – Se appaiono stabili i prezzi di cotechino e zampone, rincari si registrano invece per lenticchie (+2,2%) e spumante (+1,3%), passando per i prodotti ittici, per i quali gli aumenti sono più consistenti e vanno dal +2,1% del salmone al +11,1% dei calamari, fino ad arrivare al +13,3% della trota.

La spesa delle famiglie italiane per il cenone di Capodanno aumenterà del 5% – prosegue il Codacons – e si aggirerà sui 2 miliardi di euro, pari a 33 euro a persona.

Non andrà bene invece sul fronte dei viaggi. “Rispetto agli anni passati gli italiani scelgono di non rinunciare a nulla in tavola, ma di limitare le spese per viaggi e spostamenti – afferma il Presidente Carlo Rienzi – Solo il 15% dei cittadini potrà permettersi di partire per l’ultimo dell’anno (circa 9 milioni di persone) e di questi la maggior parte sceglierà mete europee e soggiorni brevi, al fine di contenere i costi di trasporto e pernottamenti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here