LORENZO DABOVEIl mondo brassicolo è letteralmente in fermento, in tutti i sensi. Difatti torna da domani (e fino al 17 gennaio) “Birraio dell’anno” a Firenze.

Uno dei premi più attesi del panorama brassicolo italiano, il riconoscimento ideato e organizzato da Fermento Birra, che ogni anno premia il miglior artigiano della birra italiana.

Sarà il teatro Obihall ad ospitare la settima edizione del premio/evento: un vero e proprio tributo alla birra artigianale italiana, un evento ricco di emozioni birrarie garantite da un’offerta ultra-selezionata composta da 100 birre artigianali alla spina, prodotte dai migliori 20 birrifici artigianali e, novità, dai 5 migliori birrifici emergenti.

Al noto degustatore Lorenzo “Kuaska” Dabove il compito di pronunciare sabato 16 (inizio premiazione ore 21.30) l’atteso nome del vincitore dell’ambito premio Birraio dell’Anno, oltre a quello del migliore Birraio Emergente, riconosciuto al produttore con meno di due anni di esperienza.

L’evento sarà impreziosito sia da degustazioni-show realizzate sul palco del teatro, sia da incontri di approfondimento nell’area Beer Match.

Protagonista anche lo street food di qualità grazie alla collaborazione con Cucine di Strada che porterà una selezione di truck e banchi ricchi di sfiziosità e gustosi street food come gli hamburger di chianina; arancine, cannoli, pane e panelle dalla Sicilia; la porchetta e il cicotto dall’Umbria; il lampredotto e il quinto quarto fiorentino; i Trapizzini, triangoli di focaccia ripieni di sughi della tradizione romana e altre bontà; e ancora arrosticini e olive all’ascolana direttamente dalle Marche.

Le scommesse sono aperte al suon dell’hashtag #birraiodellanno

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here