Arriva la Festa a Vico. Il carretto passava…le cose di sempre!

0
306

VICO EQUENSE (NA). La festa è nata da una intuizione dello chef Gennaro Esposito della Torre del Saracino nel 2003 diventando da subito un esclusivo e sempre più atteso appuntamento in Penisola Sorrentina. L’evento ogni anno cresce e si rinnova sviluppandosi seguendo un tema specifico senza mai perdere il suo spirito goliardico ed informale. I fortunati ospiti da tutta Italia godono delle bellezze della splendida cornice del golfo di Napoli e del borgo di Marina di Aequa e degustano gli originali piatti elaborati da famosi chefs nazionali e da alcune giovani promesse della cucina italiana. Quest’anno la Festa a Vico si svolgerà dal 23 al 25 maggio 2010…

Apparentemente il tema della festa di quest’anno può sembrare la prosecuzione ideale di quello del 2009. Ma mentre in “Carmela Cosenza Mamma” funzionava l’evocazione di profumi e sapori che avevano caratterizzato l’infanzia degli chef, in pratica la genesi di una professione, nel “carretto passava….le cose di sempre” il tempo si allunga, il passato si fonde col presente e probabilmente col futuro.

Certo i nomi cambiano ed anche le situazioni; il richiamo che si sentiva per i vicoli di Forcella “Fortunato tene a’rrobba bella, ‘nzogna, ‘nzogna” per vendere i taralli con sugna e pepe, non lo possiamo più ascoltare, ma il cibo di strada, quello per spuntini veloci, per una piccola pausa pranzo o per sostituire una cena, perchè più a buon mercato, il cibo che mangi con le mani, non necessariamente seduto, il finger food di chi parla bene, non scompare.

Anzi è un fenomeno trasversale a tutte le società occidentali ed orientali, un momento, forse l’unico, comune a popoli spesso lontani e non sempre amici. “Noi, nel nostro piccolo di promotori di una festa tutta italiana, viviamo Vico con questo stesso spirito, un ecumenismo laico che passa attraverso la pancia e che, inevitabilmente, genera sorriso e voglia di vivere. Sarà solo per tre giorni, sarà solo un granello di sabbia in un deserto? Può darsi, ma meno male che c’è. Vi ricordate il nostro motto di qualche anno fa? Era “Facciamo Ammuina”, ovvero facciamo chiasso, facciamo rumore! Noi siamo sempre gli stessi. A proposito, dopo aver citato due anni fa un film che nessuno aveva visto e l’anno scorso un libro che nessuno aveva letto, quest’anno almeno la canzone di Battisti l’avete riconosciuta?”, scrive l’organizzazione.

Quest’anno la Festa a Vico scende in campo per sostenere il progetto Syncope Unit dell’Ospedale Santobono di Napoli.

La sincope: che cos’è

La sincope è una perdita di coscienza improvvisa e transitoria. Si manifesta almeno una volta nella vita del 50% degli italiani ed è una delle cause più frequenti di visita in pronto soccorso. La sincope, nella maggior parte dei casi, è il sintomo di un evento insignificante o comunque benigno.

Tuttavia nel 20% dei casi una sincope è legata ad un problema cardiaco e può avere conseguenze fatali se non viene riconosciuta e curata in tempo. Il fatto che sia un evento così frequente e soprattutto che può essere originato da molti fattori, rende difficile la diagnosi. In particolare, si calcola che gli errori diagnostici nei bambini sono il 40%. E’ questo il motivo per cui molti ospedali hanno creato le SyncopeUnit.

La Syncope Unit: una soluzione all’avanguardia

La Syncope Unit è una taskforce composta davari specialisti(cardiologi, neurologi, internisti ecc.), ingrado di riconoscere di volta in volta la specifica causa di una sincope. Incrociando le competenze di medici con competenze diverse, diventa possibile individuare più rapidamente i casi veramente a rischio, riducendo, tra l’altro, tempi di degenza e numero di esami necessari per pervenire ad una diagnosi.

Naturalmente, una SyncopeUnit necessita di attrezzature specifi che all’avanguardia, senza le quali le diagnosi diventano molto più lunghe e laboriose. Un lusso che,soprattutto con i bambini,non ci si può permettere!

La Syncope Unit al Santobono

Al Santobono esistono già le competenze tecniche e gran parte delle apparecchiature tecnologiche necessarie per rendere operativa anche al Santoboo una Syncope Unit. Per completare la struttura occorrono ancora apparecchiature per 31.440€

Maggiori informazioni su www.santobono.it. Per partecipare alla festa e ricevere info sui biglietti: www.festavico.com

I NUMERI DELLA FESTA A VICO:

– 70 chefs stellati tra i migliori d’Italia;

– oltre 40 aziende partner dell’evento;

– 40 aziende vinicole presenti;

– oltre 6000 assaggi di cucina d’autore;

– circa 1000 ospiti;

– 240 vini in degustazione;

– 200 ristoratori da tutta Italia;

– oltre 400 operatori del settore;

– 6 locations per un totale di oltre 20.000 mq totalmente attrezzate per l’evento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here