Arriva il superpomodoroMa non è un OGM, solo un innesto tra San Marzano e Black Tomato

0
271

Ora si lavora ad individuare i terreni più adatti su cui far partire la coltivazione del superpomodoro, anche nella provincia salernitana. L’ortaggio nasce dall’innesto tra semi non trattati di San Marzano e del Black Tomato ed è il frutto di una ricerca del Cnr di Napoli, della Provincia di Napoli e della Coldiretti. Molte e straordinarie la caratteristiche di questo nuovo prodotto, che prima di tutto non è un organismo geneticamente modificato, ha un colore rosso molto intenso e un sapore ottimo, ma soprattutto è ricco di antiossidanti e proprietà nutritive che combattono il cancro. Già nel prossimo mese di settembre saranno disponibili le prime confezioni di superpassata.

Oltre 100 malattie dell’uomo, dalle neoplasie alle patologie cardiovascolari, alle artriti, al morbo di Parkinson, sono infatti causate da stress-ossidativi e dalla formazione di radicali liberi. E il pomodoro, che fornisce una bilanciata miscela di antiossidanti idrosolubili e liposolubili, è in grado di proteggere la membrana cellulare e il suo contenuto da queste “minacce”, preservando la salute di chi ne consuma a volontà.

Ora queste funzioni protettive possono essere aumentate grazie al “superpomodoro”, un ortaggio frutto di incroci di diverse varietà di pomodori, che svolge un’azione super-contrastante contro i tumori, a cominciare da quello più diffuso nell’uomo, il cancro della prostata.

Inoltre il superpomodoro contiene anche una nuova famiglia di antiossidanti chiamata antocianine, riconosciute per il loro ruolo di protezione contro alcune sindromi metaboliche come quelle cardiovascolari, il diabete, l’obesità e gli elevati livelli di colesterolo e trigliceridi».

Dagli esperimenti condotti, i “superpomodori” hanno inoltre dimostrato di perdere solo il 20% dell’attività antiossidante totale con una cottura a 300 gradi per 5 minuti, quella tipica della pizza. I ricercatori evidenziano che si tratta di un prodotto naturale e non transgenico, ad alto valore nutrizionale, pronto per essere immesso sul mercato e per rafforzare ulteriormente la qualità e i benefici della dieta mediterranea.

 

 

Vito Aita

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here