17 marzo: con un’anteprima de Il gelato nel Piatto si celebra l’Unità. Festa in 4 città del globo

0
270

Il 17 marzo contemporaneamente a Torino, Parma, Sant Juan di Portorico e Hong Kong ”anteprima” dell’evento internazionale “Il Gelato nel Piatto” in programma a luglio, organizzato da INforma CIBO.

In alto i coni, anzi i piatti: qui si fa l’Unità d’Italia, grazie a preparazioni ghiacciate, connubio dell’Alta Cucina e dell’Arte Gelatiera nazionali che per la festa contribuiranno a consacrare il 150° Anniversario del Paese.

Della mise-en-place dei gelati ai sapori made in Italy, secondo ricette ideate appositamente, si occuperanno importanti Pastry-chef e Maestri gelatai, in Italia e anche all’estero.

Il giornale on-line ha voluto questa originale celebrazione come prologo a “Il Gelato nel Piatto 2011, con Parmigiano-Reggiano e Prosciutto di Parma e prodotti a marchio Dop e Igp”.

Quest’anno, l’atteso appuntamento estivo, in collaborazione con Alma (Scuola internazionale di cucina italiana di Gualtiero Marchesi), di Parma Alimentare e di Fiere di Parma e appoggiato dai Consorzi del Parmigiano-Reggiano, del Prosciutto di Parma,  da Fabbri 1905 e da Carpigiani,  si svolgerà dal 19 al 24 luglio, coinvolgendo oltre 100 ristoranti d’Italia e del mondo, in cui chef stellati stupiranno gli ospiti con creazioni inedite a base di gelato, Parmigiano-Reggiano, Prosciutto di Parma e altri prodotti a marchio Dop e Igp.

In attesa dell’estate ci sarà una grande anteprima, il prossimo 17 marzo, gli appassionati della buona cucina e di storia-patria potranno degustare ottimi gelati, all’insegna del tricolore in quattro città simbolo: Torino, Parma, Portorico e Hong Kong.

Sono già state ideate le ricette tricolori dagli chef e Maestri gelatai come Igor Macchia  e Alberto Marchetti, Alberto Rossetti,  Alberto Gianati, Vittorio Lucariello.

– Igor Macchia  e Alberto Marchetti/ Torino

Ma chi dice Italia dice anche pizza. Per sposare i due must della nostra gastronomia, in occasione dello speciale “compleanno” del Paese, Igor Macchia, chef del locale stellato La Credenza di San Maurizio Canavese, a Torino, insieme ad Alberto Marchetti, maestro gelatiere dell’omonima gelateria della città della Mole, ha pensato a una particolare versione del piatto nazionale: “Gelato tricolore alla farina bona, pomodori secchi, Parmigiano-Reggiano e Prosciutto di Parma”.

– Alberto Rossetti  Al Tramezzo di Parma

Tra i protagonisti del “Gelato Tricolore” del 17 marzo, ci sarà anche Alberto Rossetti, del locale stellato Al Tramezzo di Parma.  Il bravissimo chef parmense ha ideato il piatto tricolore chiamato: “Tagliatelle all’italiana”. Joulienne di tonno ai gamberi rossi con gelatina al tè verde e gelato di timo Parmigiano-Reggiano e Prosciutto di Parma.

– Vittorio Lucariello/ Hong Kong

Il napoletano Vittorio Lucariello, executive-chef del Tosca restaurant al Ritz Carlton di Hong Kong. Quest’ultimo offre un’interpretazione del piatto in gelo allargata ai sapori altrui, in modo da realizzare un insolito accostamento bianco, rosso e verde. Per il suo “gelato di terra esotica con Prosciutto di Parma e Parmigiano-Reggiano Bonat”, il cuoco accompagna il gelato di carote e quello alla cipolla con il sorbetto di Guava, profumando il frutto con Vodka, e li serve con scaglie di Parmigiano-Reggiano Bonat e listarelle croccanti e calde di Prosciutto di Parma.

– Alberto Gianati/ Portorico

Il bergamasco Alberto Gianati, in attività nel ristorante Casa Italia di Sant Juan nell’isola caraibica di Portorico si presenta con il  piatto: Sorbetto al pomodoro con mozzarella di bufala in crosta di olive nere, pesto e cialde al Parmigiano-Reggiano.

Ma non è escluso che molte altre ricette di gelato griffate, ispirate alla nostra bandiera, entreranno nel menù celebrativo del 17 marzo perché i numerosi chef, reclutati da INformaCIBO, si stanno impegnando al massimo per rendere onore al made in Italy alimentare, sinonimo di qualità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here