VIGNETICASERTA. Il Comune di Pontelatone è diventata Città del Vino. L’Amministrazione comunale ha, infatti, aderito formalmente all’Associazione nazionale Città del Vino, una grande “rete” di territori a forte vocazione vitivinicola che condividono l’obiettivo di uno sviluppo nel nome della sostenibilità e della solidarietà.

Con il riconoscimento della D.O.C. per il “Casavecchia di Pontelatone” con DM del 30.11.2011 si è aperta una fase nuova per la nostra agricoltura e l’Amministrazione comunale intende compiere ogni utile iniziativa perché la coltura della vite rappresenti la base per uno sviluppo che punti alla valorizzazione e promozione specialmente dal punto di vista turistico del territorio, la diffusione della cultura del vino e della qualità, la salvaguardia delle risorse ambientali, la tutela delle realtà produttive e paesaggistiche.

In particolare, il Comune di Pontelatone intende perseguire gli obiettivi indicati nella Carta della Qualità delle Città del Vino quali la tutela del paesaggio agrario e la semplificazione delle procedure amministrative per le imprese del settore vitivinicolo, ma anche rendere evidente la percezione del vino e la sua cultura percorrendo il territorio soprattutto attraverso la istituzione di una “Strada del Vino Casavecchia di Pontelatone e dei prodotti tipici dei Monti Trebulani” che raccolga attorno a un progetto comune i viticoltori insieme agli altri agricoltori, ai ristoratori, ai trasformatori di prodotti agricoli e agli operatori alberghieri e di strutture agrituristiche dei territori ricadenti nella zona di produzione del “Casavecchia di Pontelatone” DOC.

La Strada del Vino sarà occasione per mettere a sistema le rilevanti risorse ambientali e culturali presenti sul territorio comunale, a cominciare dagli scavi di Trebula Balliensis, passando per i castagneti plurisecolari di Ufarella, il borgo antico di Pontelatone e le altre testimonianze della civiltà contadina del Monte Maggiore.

Sempre nel quadro del programma di attività di “Pontelatone città del vino”, l’Amministrazione ha già espresso la sua disponibilità di massima a partecipare alla realizzazione del “Casavecchia Wine Festival” promosso da Slow Food Volturno per la fine di luglio a Pontelatone.

Tutte le attività sopra menzionate troveranno senz’altro adeguata sede operativa al palazzo Galpiati, per il quale l’Amministrazione conta di dare una definitiva destinazione d’uso nei prossimi mesi.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here