E’ di questi ultimi giorni la notizia, che sta facendo il giro del mondo, del blocco alla frontiera disposto dalle autorità del Brasile, in occasione della Confederations Cup che si terrà nei prossimi giorni nello stato sudamericano, dei prodotti enogastronomici provenienti dall’Italia in particolare della bresaola, parmigiano e prosciutto.

Le giustificazioni da parte delle autorità brasiliane, è dovuta principalmente a ragioni burocratiche e, in particolare, dalla mancata effettuazione di permessi di importazione riguardanti la stagionatura dei prodotti sopraindicati. Tale situazione ha messo in queste ore a duro lavoro la diplomazia italiana e brasiliana entrambe intente a cercare di risolvere il prima possibile questo particolare “caso”.

L’alternativa, sottolineano alcuni membri della Figc, è quella di cercare il prima possibile di arrivare alla risoluzione burocratica della questione altrimenti la nostra nazionale sarà costretta ad acquistare prodotti italiani in Brasile”, compito tutt’altro che facile dal momento che, come tutti sappiamo, il sud america è il continente dove più di tutti si trovano prodotti contraffatti aventi marchio italiano. Ad ogni modo “ci auguriamo, prosegue la Fgc, che la situazione possa risolversi nelle prossime 24/48 ore”.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here