ALCOL. Una vera piaga della società, da non sottovalutare

0
381

NEGRONIL’alcol è dannoso alla salute più della cocaina, della cannabis o dell’ecstasy ed è più nocivo di tutti in relazione al suo impatto negativo sulla società. Se prima era solo un sospetto, ora è una certezza confermata anche dalla prestigiosa rivista Lancet.

Una ricerca condotta da David Nutt, un ex consigliere del governo inglese noto per la sua lotta alla droga, aveva già suggerito che il danno complessivo prodotto dagli alcolici “batte” quello di crack e dell’ eroina e richiede dunque strategie coraggiose sul fronte della sanità pubblica.

Lo studio, che in Gran Bretagna aveva riaperto il dibattito sulla classificazione degli stupefacenti e sulla necessità di attuare una campagna contro l’alcolismo, ora sembra sia stato seguito dal legislatore svizzero. La posta in gioco è alta. Uno studio condotto in Francia e pubblicato nel 2012 mostra che l’alcol è il prodotto che produce la maggior parte dei danni a livello individuale, ma anche per la società. Preoccupanti sono anche i dati che giungono dalla Svizzera, dove circa 2000 persone muoiono ogni anno a causa dell’abuso di alcool. 27.000 mila invece le persone ricoverate in ospedale e decine di bambini vivono in famiglie con un genitore alcol dipendente.

Da un punto di vista finanziario, il fenomeno ha vantaggi altissimi per la comunità: 6,7 miliardi di franchi l’anno, contro i 4,1 miliardi attribuibili a droghe illegali. ThierryFavrod-Coune, responsabile delle cure primarie all’HUG di Ginevra, non è sorpreso dai dati di questo studio e arriva persino a spiegarli. Secondo Coune, l’alcol è legalizzato ed è facile trovarla in commercio quindi il consumatore è tratto in errore e tende a sottovalutare i rischi.

 

Maria Rosaria Mandiello

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here