CANTINA COPPOLAGALLIPOLI (LE). Il Rosato Li Cuti 2012 ha ricevuto il diploma di merito al Concorso Nazionale Rosati d’Italia, mentre al “Concorso Internazionale dei vini da pesce” il diploma è stato assegnato sia al Rosato sia al Vermentino Li Cuti 2012. Questi gli ultimi risultati raggiunti dalla Cantina Coppola in questi giorni.

“Il territorio di Gallipoli possiede delle peculiarità pedoclimatiche che lo distinguono dal resto del Salento. Questa peculiarità si avverte anche nei vini. Per esempio, nel Rosato di Cantina Coppola c’è qualcosa di più, anzi per essere corretti qualcosa di diverso rispetto ai Rosati di altre zone pugliesi e salentine, soprattutto nei profumi e negli aromi” sostiene l’enologo Giuseppe Pizzolante Leuzzi. Il Rosato Li Cuti, Alezio Doc da uve Negroamaro, della Cantina Coppola ha un colore netto e vivace, brillante, con un’unghia di corallo; un bouquet ampio, continuo e persistente; un sapore asciutto, sapido (“ha sale”, scriveva già Luigi Veronelli nelle degustazioni degli anni ’70), fresco, generoso, elegante, con un piacevole fondo amarognolo.

“Il Vermentino Li Cuti Salento Igt  – continua Pizzolante – corrisponde molto bene all’identità del vitigno. La collaborazione con due agronomi di fama come Antonio Calò e Angelo Costacurta nell’individuare la zona più adatta all’impianto (zona che per molti versi – fattori pedoclimatici in primis – ricorda quella gallurese dove quest’uva dà le sue più sicure prove) ha dato ottimi risultati. Il vino si presenta di colore bianco paglierino netto e brillante; con un bouquet delicato di fiori e sentori di roccia; asciutto al palato su fondo leggermente amarognolo”.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here