A Tutto Food “Del Verde” propone al pubblico di diventare pasta sommelier

0
441

INVITOLa tua pasta ha un colore ambrato, o latteo? E la schiuma di cottura prende una forma regolare-centrale o periferica? Come un sommelier, anche un vero degustatore di pasta sa apprezzare e descrivere le mille qualità del prodotto.
Il pastificio Delverde, situato nel Parco Nazionale ai piedi del massiccio della Maiella, forte della qualità che da sempre caratterizza i suoi prodotti, ha deciso di offrire al pubblico milanese nelle settimane dalla Food Week degli originali corsi di degustazione della pasta.
Gesti e osservazioni tecniche, noti fino ad oggi solo a una stretta cerchia di professionisti, vengono così resi disponibili e divertenti grazie a un “protocollo di degustazione” studiato da un panel di esperti e riassunto in 5 “fun actions” raccontate e commentate da un team specializzato di chef e degustatori.
I corsi, che si svolgeranno nello Spazio Delverde di Piazza Gae Aulenti (nei pressi di Porta Garibaldi), da domenica 19 a domenica 26 maggio, prevedono il coinvolgimento attivo del pubblico in tutti i passaggi della degustazione e sono corredati dalla realizzazione di una ricetta guidata, che completa l’esperienza.
Oltre ai corsi di “pasta sommelier”, Delverde offre una scuola di cucina che spazia dalle “ricette lampo” alla pasta soffiata, dai sapori dell’entroterra ai profumi d’oriente, e poi gli “Aperipasta”, happy hours con assaggi per tutti. L’ingresso è libero, ma si consiglia l’iscrizione tramite la pagina facebook Delverde, essendo i corsi a numero chiuso. Sul sito www.delverde.it è presente il programma completo e sarà comunicato ogni eventuale aggiornamento.

IL PROGRAMMA COMPLETO PER IL PUBBLICO:
DOMENICA 19/05
h 11.30 i sapori dell’ entroterra
h 12.30 pasta sommelier
h 13.30 Aperipasta
h 15.00 profumi d’oriente
h 16.00 pasta sommelier
h 17.00 pasta soffiata
h 18.00 pasta sommelier
h 20.00 Aperipasta
LUNEDI 20/05
h 12.30, 13.00, 13.30, 14.00 ricette lampo per foodies che lavorano
MARTEDI’ 21/05
h 12.30, 13.00, 13.30, 14.00 ricette lampo per foodies che lavorano
h 18.00 lezioni di pasta sommelier
h 20.00 Aperipasta
VENERDI’ 24/05
h 12.30 lezione ricette lampo per foodies che lavorano
h 13.00 lezioni di ricette lampo per foodies che lavorano
h 13.30 lezioni di ricette lampo per foodies che lavorano
h 14.00 lezioni di ricette lampo per foodies che lavorano
h 17.00 profumi d’oriente
h 18.00 pasta sommelier
h 19.00 pasta sommelier
h 20.00 Aperipasta
SABATO 25/05
h 11.30 i sapori dell’ entroterra
h 12.30 pasta sommelier
h 13.30 Aperipasta
h 15.00 spasta soffiata
h 16.00 pasta sommelier
h 17.00 profumi d’oriente
h 18.00 pasta sommelier
h 19.00 poesie di menta e pesto
h 20.00 Aperipasta
DOMENICA 26/05
h 11.30 profumid’oriente
h 12.30 pasta sommelier
h 13.30 Aperipasta
h 15.00 pasta soffiata
h 16.00 pasta sommelier
h 17.00 poesie di menta e pesto
h 18.00 pasta sommelier
h 19.00 ragu di maremmana
h 20.00 Aperipasta

IL PASTIFICIO DELVERDE
La pasta Delverde prende il nome dal fiume Verde, la cui acqua scorre limpida dalle pendici della Majella e viene captata dalla sorgente in profondità per essere utilizzata nel processo produttivo grazie alle sue caratteristiche di purezza microbiologica e alla temperatura ideale per essere impastata subito con le semole di grano duro di alta qualità. In accordo con l’antica tradizione pastaia, Delverde produce 130 formati diversi tra pasta fresca e secca di semola, all’uovo, biologica e integrale-bio, utilizzando trafile di bronzo e processi di essiccazione lenta e a bassa temperatura, che consentono di preservare i valori nutrizionali e il gusto del grano naturale nonché quella ruvidità tanto apprezzata dagli intenditori e dagli chef di tutto il mondo ed il sapore delicato ma dal “cuore tenace”.
Esportata in più di 60 paesi, è apprezzata sulle tavole dei gourmet di tutto il mondo anche in virtù della perfetta fermentazione superficiale del grano duro durante l’essiccazione che rende la pasta Delverde più appetitosa e apprezzabile al palato. Il processo di essiccazione lento permette infatti alla pasta di mantenere integre non solo le proprietà biologiche naturali, organolettiche e nutrizionali, ma anche di preservare il contenuto proteico.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here