Uno Dio, Uno Re. Il Monte Cervati e il successo di uno spettacolo teatrale in grotta…

0
142

Grazie ad un lavoro corale, siamo riusciti ad emozionare”: questo è quanto manifestato da Carmine Lisa, Presidente di Grotta Briganti e Cacio, l’associazione che con lo spettacolo teatrale “Uno Dio, uno Re!” ha appena dato il via ad una programmazione intensa, ricca di contenuti culturali.
La rappresentazione teatrale, scritta, diretta e interpretata dall’apprezzato attore Gennaro Cuomo, con musiche originali di Giosi Cincotti, che ne ha anche curato l’esecuzione insieme a Marco Di Paolo, è prodotto dall’associazione Grotta Briganti & Cacio, per la quale rappresenta la prima fase di un processo graduale di restituzione dei fatti del brigantaggio sul Monte Cervati.

Il prossimo appuntamento, che permetterà agli appassionati di montagna e non, di godere di un luogo magnifico e sospeso, si terrà l’11 agosto prossimo.

Attraverso lo studio dei numerosi processi giudiziari documentati nell’archivio di Stato e grazie alla consulenza etnografica di Antonio Tortorella, l’associazione cerca di facilitare la comprensione di un fenomeno che sicuramente ha bisogno di essere indagato maggiormente per essere compreso appieno.
La stessa scelta di espressione in dialetto ottocentesco sangiacomese, da parte della figura femminile interpretata da Adriana Fiorillo, risponde alla volontà di recupero di un patrimonio orale sempre più a rischio di conservazione.

L’attenzione prestata anche nei costumi, tra cui in particolare quelli tradizionali indossati da Adriana Fiorillo e Silvia Campiglia, ha completato un quadro di ricostruzione quanto più fedele possibile della San Giacomo ottocentesca.
Il silenzio in coro, denso e magnetico, l’entusiasmo, dopo la battuta finale, che è andato oltre l’applauso, hanno pervaso chi ha assistito allo spettacolo teatrale sotto il cielo stellato del Monte Cervati, in una incomparabile scenografia naturale che alle tenebre del bosco ha contrapposto la spettacolare illuminazione della Grotta di Vallicelli.
L’acustica naturale e l’illuminazione della Grotta sono state valorizzate dall’esperienza 40ennale di Danilo Fabbri, appassionato cultore di musica, maestro nelle esecuzioni audio teatrali, che ha accolto l’invito dei soci di Grotta Brigati e Cacio.

Prodigandosi con grande generosità ha contribuito al successo di “Uno Dio, Uno Re!”, creando atmosfere ed emozioni che hanno catturato e coinvolto, rendendo il cielo dei Vallicelli ancora più stellato.
Le potenti emozioni vissute durante lo spettacolo sono state poi condivise durante la cena a Casa del Peraino, in un clima familiare che contraddistingue l’associazione Grotta Briganti e Cacio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here