Taste of Milano aprirà gli eventi della bella stagione meneghina. Buona cucina e buon vino en plein air…

0
289

Dopo due edizioni di grande successo che hanno catalizzato oltre 30mila visitatori entusiasti di poter godere en plein air della cucina dei migliori cuochi e ristoranti di Milano, la terza edizione dell’evento gastronomico per antonomasia aprirà quest’anno il calendario degli appuntamenti imperdibili della stagione estiva milanese.

Sarà ancora l’Ippodromo del Galoppo di San Siro ad ospitare dal 17 al 20 maggio il festival gastronomico più cool e atteso dell’anno: nella mezzaluna della pista in erba (un’area verde di 38.000 mq) sarà allestito un vero e proprio parco divertimenti per tutti i gourmet e i foodies italiani.

Abbiamo deciso di anticipare il nostro Festival a maggio – spiega Silvia Dorigoper far diventare Taste of Milano, come avviene a Londra, l’appuntamento più atteso della “bella stagione”. L’idea di dare al nostro pubblico l’occasione di vivere una giornata all’aperto, nel verde, dopo il grigiore e il freddo dell’inverno, gustando ottima cucina, grandi vini, in un contesto di assoluto relax, con tante occasioni per imparare e fare esperienze divertendosi, ha ispirato questa decisione”.

Il claim dell’edizione 2012 di Taste of Milano è già tutto un programma: Puro Godimento! Perché Taste of Milano è sì la celebrazione della migliore cucina e l’occasione per gustare, in un colpo solo, le proposte di alcuni fra i più grandi chef della città, ma è anche e soprattutto un happening, una festa dedicata agli insaziabili curiosi, ai viaggiatori golosi, agli intenditori e ai buongustai, agli amanti del buon vino e ai sostenitori del green in apnea da smog, ma anche ai bambini, agli aspiranti chef e a tutti coloro che desidereranno festeggiare l’arrivo dell’estate in un ghiotto parco giochi del gusto.

Quest’anno Taste of Milano proporrà a tutti gli appassionati dell’alta cucina e dell’enogastronomia di eccellenza un’indimenticabile ed entusiasmante esperienza, ricca di novità.

A cominciare da un pop-up internazionale di assoluto prestigio: direttamente da Myfair London, Atul Kochhar, chef bistellato, con il suo ristorante Benares (1 stella Michelin), cucina indiana di altissimo livello, uno fra gli chef più quotati di Londra.

Insieme a lui, 11 importanti chef milanesi lavoreranno “gomito a gomito” divertendosi a cucinare all’aperto per deliziare i palati dei loro estimatori e mettendo a disposizione del pubblico la loro maestria. Tra loro, acclamate “stelle” di calibro internazionale come Davide Oldani, ma anche nuovi talenti e giovani emergenti.

Dalla tradizionale cucina italiana a quella tipica regionale, con sconfinamenti esotici nella cucina creativa giapponese. Taste of Milano si conferma il palcoscenico della migliore ristorazione che la città ha da offrire, una celebrazione delle sue eccellenze.

Ecco il dream team di Taste of Milano 2012:

1. Alice Ristorante (Viviana Varese)

2. Al Pont de Ferr (Matias Perdomo)

3. Al V Piano (Grand Visconti Palace) (Matteo Torretta)

4. Benares (pop-up internazionale direttamente da Londra) (Atul Kochhar)

5. D’O (Davide Oldani)

6. Finger’s Garden (Roberto Okabe e Gustavo Young)

7. Il Liberty (Andrea Provenzani)

8. Innocenti Evasioni (Tommaso Arrigoni)

9. La Maniera di Carlo (Lorenzo Santi)

10. Ristorante Da Claudio (Filippo Gozzoli)

11. Trattoria Del Nuovo Macello (Marco Tronconi e Giovanni Traversone)

12. Vun (Park Hyatt Hotel) (Andrea Aprea)

Anche quest’anno ogni Ristorante proporrà tre piatti, maggiormente rappresentativi della propria filosofia culinaria, in versione da assaggio – Taste appunto – a un prezzo compreso tra i 4 e i 6 euro.

E per i più piccini? Oltre la metà dei Ristoranti quest’anno proporrà un quarto piatto dedicato ai più piccoli che potranno così divertirsi con mamma e papà a costruire il proprio Menù Kids (che potrà, perché no?, ingolosire anche i genitori) e dire addio per un giorno a cotoletta e patatine!

Un’idea nata per avvicinare le “giovani generazioni” al buon cibo e alla buona tavola, un’occasione unica per far scoprire ai bambini gusti e sapori di una cucina sana e di alta qualità.

Taste of Milano infatti è sì un grande temporary restaurant, ma anche un happening di cultura enogastronomica a cui possono partecipare non solo i patiti gourmet, ma chiunque abbia voglia di vivere un’esperienza unica ed emozionante, di imparare divertendosi e di conoscere ed esplorare il fantastico mondo del buon cibo e della buona cucina.

Quello dell’educazione alimentare è un tema molto importante per Taste of Milano che ospiterà, infatti, un articolato programma di incontri e workshop con la partecipazione di esperti, nutrizionisti e alimentaristi.

Ben 25 talk, coordinati e presentati da Edoardo Moussanet (che ha curato l’intero programma) animeranno il Taste HUB, la nuova struttura ideata per promuovere cultura enogastronomica in modo leggero e divertente. Chef e nutrizionisti, docenti universitari e storici dell’alimentazione, scrittori e giornalisti, architetti e illustratori produttori e food stylist, pasticceri e dietologi… insieme per arricchire Taste of Milano di tanti contenuti importanti e per coinvolgere il pubblico in attività ludiche stimolandolo ad intervenire con ricette, suggerimenti e proprie esperienze.

Ma le novità per la terza edizione di Taste of Milano non finiscono qui!

Anche quest’anno infatti saranno organizzate le numerose attrazioni che formano la sostanza di questo imperdibile appuntamento social-gourmet.

Oltre 100 eventi interattivi in quattro giorni e sette sessioni fra cui scegliere!

Chi parteciperà a Taste of Milano avrà l’occasione di assistere a showcooking esclusivi nel Teatro degli Chef dove, grazie alla collaborazione con il prestigioso sodalizio dei Relais&Chateaux, si esibiranno grandi Maestri della cucina italiana e internazionale, chef stellati che sveleranno inedite ricette e segreti della loro arte. Oppure cimentarsi “mani in pasta” con l’ausilio di chef trainer nei numerosi corsi organizzati nella Scuola di Cucina da Sale&Pepe, con tante attività dedicate ai bimbi.

E poi ancora degustare ottimi vini e distillati nella Wine&Spirits Academy sotto la guida di esperti sommelier ASPI e wine ambassador. Oppure conversare con alcuni famosi chef sotto la stella di San Pellegrino Acqua Panna intervistati per l’occasione in modo informale da Gianluca Biscalchin di Radio Monte Carlo, anche quest’anno partner di Taste of Milano.

E infine, last but not least, una nuovissima attrazione, “In Cucina con…”: incontri ravvicinati con chef, esperti e personaggi dello “star-food system” nell’ARCA di Inoxpiù, una vera e propria cucina mobile attrezzata e professionale, perfetta per accogliere attorno ai fornelli piccoli gruppi di appassionati che potranno così vedere all’opera i propri maestri e chiacchierare con loro sorseggiando un aperitivo.

Nuovi orari consentiranno di vivere con più relax l’esperienza serale e notturna.

La musica sarà protagonista delle serate nella Premiun Lounge con esibizioni dal vivo: l’opening di giovedì 17 maggio è affidato a BRAZIL & ANA FLORA con il loro pop-samba garbatamente elettronico che guarda alle nuove sonorità della Mpb; venerdì 18 maggio sarà invece la volta del funk, del soul e dell’R’n’B dei TOM’S FAMILY, collettivo di musicisti milanesi; sabato 19 maggio MIKE PAINTER (uno dei migliori Hammond players a livello internazionale) & VIOLA ROAD 5tet, una tra le più apprezzate soul jazz band del momento. Gran finale domenica sera 20 maggio con momento musicale offerto dall’Auditorium Parco della Musica di Roma: live performance di Don Pasta, noto dj, economista, appassionato di gastronomia, che chiuderà il Festival annunciando un’importantissima novità…

Anche quest’anno Taste of Milano ha scelto di rispettare l’ambiente – sottolinea Silvia Dorigo – per tutte le degustazioni utilizzeremo stoviglie interamente biodegradabili e compostabili con un impatto ambientale praticamente nullo. Tutti gli accessori sono prodotti in Italia con materie prime di origine vegetale interamente derivate da risorse rinnovabili. Dopo aver ospitato golose portate questi materiali termineranno la loro vita trasformandosi in innocuo fertilizzante”.

Importanti brand del design, infine, da Kartell a Tisettanta, da Schönhuber Franchi a Serralunga, arrederanno le aree interne ed esterne del Taste Village: pezzi unici e particolari che solitamente si ammirano negli showroom o in allestimenti speciali. Un’occasione per poter “vivere” oggetti e complementi d’arredo indoor e outdoor in un contesto informale e introdurre un “taste” del design nella propria vita quotidiana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here