“Slurp” ha acceso i riflettori sull’obesità dei ragazzi in Campania. Ora bisogna correre ai ripari…

0
297

NAPOLI. I numeri sono allarmanti, in Campania il 28% dei bambini è in sovrappeso ed il 21% è obeso.

La regione del Sole, celebre per la sua cucina, è diventata purtroppo culla dei bambini più grassi d’Europa…il dato scuote tutti, istituzioni e insegnanti, genitori e responsabili del sistema sanitario.

Bisogna correre ai ripari, lavorare sulle nuove generazioni, anche perché un bambino in sovrappeso a 12 anni difficilmente non lo sarà per il resto della vita.

Ed è su questa scia che si colloca anche il progetto che Coldiretti Campania in partenariato con Città del Gusto porta avanti da ben 5 anni.

Si tratta di “Slurp – Uno chef per amico” che lo scorso 6 febbraio ha riunito esperti, tecnici e ragazzi attraverso dibattiti ed incontri in cucina!

Un’occasione per sensibilizzare il palato alla scelta di prodotti naturali, affinché si possa stimolare il gusto dei ragazzi alla varietà dei sapori e dei prodotti campani ed evitare l’omologazione a cui portano merendine e catene di ristorazione. Difatti tra le iniziative partite con Slurp, anche quella di un menù dedicato ai bambini in un circuito di ristoranti campani.

A raccontarlo è Vito Amendolara, direttore di Coldiretti Campania, che pone l’accento sugli spaventosi numeri che decretano la Campania come la regione più giovane d’Italia, ma anche la più obesa.

Rotolo di pasta ripieno di scarola, brioche con rucola, sesamo e salame, pizza di spaghetti con cipolle e formaggio pecorino, merendine dolci a chilometro zero, preparate cioè con ingredienti sani e provenienti dalla nostra terra: tutte ricette provocatorie, ma bilanciate dal punto di vista nutrizionale, per stimolare i ragazzi a mangiare in maniera diversificata, grazie alla consulenza dell’Istituto di Nutrizione Clinica della Federico II.

E’ questo il menù che gli chef Alfonso Caputo (La Taverna del Capitano), Peppe Daddio (La Locanda delle Trame), Raffaele d’Addio (Il Foro dei Baroni), Nicola Miele (Città del Gusto), il maestro pasticciere Aniello di Caprio, insieme ai giovani cuochi dell’Istituto Alberghiero del Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni, hanno proposto ai  bambini delle scuole elementari che hanno aderito all’iniziativa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here