fulvio russoSALERNO. “..il celiaco è un grande osservatore; è un cultore del saper mangiar bene, perché s’informa su cosa mangia. La celiachia è guardarela vita dall’angolo migliore!”. Si scopre questa “visione della vita” nella testimonianza di una donna celiaca, e allo stesso tempo mamma e zia di bimbi affetti anch’essi da questa intolleranza, in “Dolci poesie dalla Costa d’Amalfi. Esperienze, poesie e ricettesenza glutine per chi ama il buoncibo” (ilibridellaleda edizioni), libro scritto a quattro mani dalla giornalista Imma Della Corte e dal maestro pasticciere Fulvio Russo.
Gli autori saranno ospiti Giovedì 21 Marzo prossimo, presso il Punto di Porta Rotese 12, di “PrimaverArte a Salerno 2013”, l’iniziativa culturale promossa dall’Associazione “Salerno crea”. Ad intervistarli il giornalista Alfonso Bottone.
L’appuntamento con le golose delizie “senza glutine”, accompagnate dagli interventi umoristici di Maurizio Pintore, e condite dalla “collettiva” degli artisti Giuseppe Carabetta, Silvio Amato, Maria Pellegrino e Francesca Massa, è alle ore 19.00.
Credo che la pasticceria debba rivolgere un’attenzione maggiore a prodotti più salutari.” – sottolinea Fulvio Russo, presidente dell’Associazione solidale “Pasticcieri si nasce” – “Io, infatti, faccio dolci senza glutine, senza lattosio, non solo per i celiaci e per chi ha intolleranze alimentari in genere, ma perché ritengo che in primis dovremmo noi, quelli non intolleranti, imparare a mangiar sano. Quando entriamo in un supermercato non ci soffermiamo a “scrutare” le etichette dei prodotti alimentari che acquistiamo; gli intolleranti, invece, sono costretti, tra virgolette, a leggere quelle etichette e a scegliere gli alimenti più “sani”. Se io mangio sano faccio stare bene il mio corpo, ma anche la mia mente. Evolvere la pasticceria in questa direzione permette anche ai celiaci e agli intolleranti in genere di gustare dolci classici come il “babà” o la “pastiera””.

Rispondi

Please enter your comment!
Please enter your name here